Rosario Raffaele Longo, Psi, si dimette dalla segreteria regionale e comunale

 
Chiama o scrivi in redazione


Rosario Raffaele Longo, Psi, si dimette dalla segreteria regionale e comunale
Rosario Raffaele Longo

Rosario Raffaele Longo, Psi, si dimette dalla segreteria regionale e comunale

AL SEGRETARIO REGIONALE PSI UMBRIA
AL SEGRETARIO PROVINCIALE PSI PERUGIA
AL SEGRETARIO PROVINCIALE PSI TERNI
AL SEGRETARIO COMUNALE PSI PERUGIA

Oggetto: Dimissioni volontarie da componente della segreteria regionale e comunale del PSI Umbria.

Carissime e carissimi, vi scrivo questa lettera per comunicarvi la mia decisione di dimettermi da componente della segreteria regionale, provinciale e comunale del Partito Socialista Italiano.

Cercherò di essere più chiaro possibile nello spiegare le ragioni di questa mia scelta, che considero irrevocabile.

Mi sono sempre sentito onorato di aver fatto parte di questo Partito, ho sempre fatto il mio dovere da militante, da elettore, dando il mio contributo, piccolo o grande che sia stato, per il bene del Partito, sacrificando il mio tempo, le mie capacità intellettuali e organizzative.

Più e più volte ho suggerito – con molta umiltà -, insieme ad altri compagni, una visione della politica in cui valori e idee avessero la predominanza su interessi e ambizioni personali.

Questa visione, mio malgrado, non è riuscita ad oggi ad affermarsi.
Per non parlare della poca “democrazia” e, lasciatemelo dire, anche della poca meritocrazia che in questi sei anni di militanza assidua ho potuto costatare con i miei occhi.

Vedo al contrario protrarsi un istinto di conservazione fuori da qualsiasi visione storica; si assumono decisioni vitali per il futuro senza una vera e propria discussione democratica, ci si estranea dal contesto politico e sociale per rinchiudersi in una cerchia sempre più ristretta e quindi sempre più povera di novità.

Spero che questo partito sappia ritrovare quel senso di orgoglio e con tanta autocritica costruirsi un nuovo futuro.

Saluti
Rosario Raffaele Longo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*