Regionali Umbria, Salvini visita carcere Terni e fa selfie con agenti

photo dalla pagina Facebook Matteo Salvini

Regionali Umbria, Salvini visita carcere Terni e fa selfie con agenti

Dopo la giornata di ieri segnata sia dal comizio a Narni, in Piazza dei Priori, che la cena con i cittadini (oltre 400 persone) all’Hotel Garden di Terni, Matteo Salvini oggi ha voluto visitare insieme al sindaco Latini, il segretario regionale della Lega Virginio Caparvi e l’onorevole Barbara Saltamartini il carcere di Terni per incontrare i poliziotti e fare il punto con loro su lavoro, organico e sicurezza. Poi è stata la volta del comizio a Terni che è stato preceduto dalla visita ad alcuni cantieri cittadini – tra cui quello della Fontana di Corso Tacito – portati avanti dall’amministrazione comunale. Infine la scoperta della Valnerina ternana con l’incontro con i cittadini a Ferentillo. Salvini ha annunciato che la chiusura della campagna elettorale della Lega avverrà a Terni. Ecco una sintesi degli interventi del leader della Lega

IL VOTO IN UMBRIA – “E’ un voto locale: liste d’attesa infinite, strade colabrodo e una economia in difficoltà. Certamente il voto umbro ha anche una valenza nazionale: qui è stato effettuato il primo inciucio politico tra Pd e 5 Stelle. Sono convinto che sarà sonoramente punito dagli elettori”

L’UMBRIA CAMBIA – “Sto trovando un’accoglienza eccezionale. Per la prima volta in 50 anni, per le regionali, c’è la grande possibilità di cambiare. Sono felice ed emozionato di far parte, seppur in piccola misura, di questo storico cambiamento politico in Umbria”.

LA VISITA IN CARCERE – “Sono venuto qui per parlare con i poliziotti e poliziotte che operano al Carcere di Terni. Stiamo parlando di uomini e donne che ogni giorno si confrontano con aggressioni, mancanza di dotazioni adeguate, turni massacranti. Ho ascoltato molto per capire la situazione e ho fatte mie diverse proposte per migliorare la qualità del lavoro e del servizio di questi servitori dello Stato. Non si capisce perchè siano permesse le lamette da barba per i detenuti, che diventano delle armi. Ci sono mezzi con oltre 300mila chilometri, fondine ormai logorate. E nonostante questo fanno un lavoro eccezionale. Mentre altri, quelli della sinistra, vengono in visita solo per ascoltare i detenuti, io sono qui per farmi portavoce degli agenti di polizia”.

DI MAIO – “Sapete perchè Di Maio ha detto che il voto in Umbria non è importante? Perchè ha già capito che perderà, In ogni piazza dell’Umbria dove vado incontro sempre tanta gente che prima votava Pd e 5 Stelle ma che il 27 ottobre voterà Lega perche si sente tradita dall’inciucio delle poltrone”. “Vi ringrazio tutti perchè molti di voi sono qui dopo aver preso un permesso di lavoro, o hanno chiuso il negozio o hanno deciso di non svolgere la propria professione per un paio di ore”.

SANITA’ E REGIONE AMICA – “Rimettere mano alla sanità nel rispetto di tanti medici, infermieri e dipendenti che svolgono con capacità e onestà il proprio lavoro senza essere raccomandati e senza avere la tessera giusta del sindacato. Merito e capacità le parole chiave, mai più assunzioni per raccomandazioni o per conto degli amici degli amici. Il 27 ottobre si vota per una Regione amica di tutti e non solo delle amministrazioni dello stesso colore come è stato fatto fino ad oggi dalla sinistra che ha penalizzato i comuni non allineati”.

L’APPELLO AL VOTO – “Ragazzi mancano 19 giorni al voto… viveteli con il sorriso e massimo impegno per convincere i delusi e gli indecisi. La campagna elettorale la chiuderò a Terni. Sappiate che io tornerò dal 28 ottobre perchè devo rispettarvi e rispettare gli impegni presi con voi. I sondaggi sono buoni ma ci serve il vostro impegno per scrivere una pagina storica per l’Umbria: dopo 50 anni di sinistra e una crisi infinita possiamo liberare l’Umbria e rilanciare i territori”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
15 − 1 =