Ospedale Narni-Amelia, Tramini (M5S Narni): i soldi nel PNRR non ci sono

Per il consigliere comunale narnese "La bozza del PNRR sulla sanità sgretola la realizzazione dell'ospedale di Cammartana"

Luca Tramini M5S NArni

Ospedale Narni-Amelia, Tramini (M5S Narni): i soldi nel PNRR non ci sono

Per il consigliere comunale narnese “La bozza del PNRR sulla sanità sgretola la realizzazione dell’ospedale di Cammartana”

“Ci hanno detto di tutto, ma alla fine “carta canta” e i soldi non ci sono”.

Di Luca Tramini, consigliere Comunale M5S Narni


Degli 8 miliardi di euro per la sanità previsti nel Pnrr, la proposta di riparto alle Regioni prevede per l’Umbria 13 milioni di euro che riguardano gli ospedali di comunità a fronte di un costo complessivo di oltre 80 milioni per l’opera La bozza è chiara e conferma purtroppo quanto avevamo denunciato già mesi fa. E cioè che i soldi per l’ospedale di Cammartana non ci sono. Ci hanno detto che “quando l’ignoranza urla, l’intelligenza tace” e che avevamo bisogno di un buon corso di italiano accelerato”.

Presentato il progetto esecutivo nuovo ospedale Narni-Amelia

Le domande di Tramini e le richieste alla Tesei

“Ci hanno detto di tutto ma alla fine i soldi non ci sono. Avevamo detto da mesi che il Pnrr non sarebbe bastato, che i fondi CIPE erano già indirizzati in altri progetti suddivisi per tutta l’Umbria. L’avevamo detto e ci hanno risposto con offese personali e conferenze stampa per mera campagna elettorale. Di risposte concrete nemmeno l’ombra ma adesso la giunta Tesei non può più sottrarsi. Come intendono finanziare questo ospedale? I soldi che avevano promesso, gli enormi passi avanti annunciati con titoloni si sono sciolti come neve al sole davanti ai fatti concreti. La Regione ora cosa vuole fare? Visto che ha capacità di indebitamento come la Asl, la giunta Tesei deve credere nell’ospedale di Cammaratana e quindi metterci i soldi”.

L’affondo finale

E’ ora che la presidente Tesei e l’assessore Coletto vengano a Narni ed Amelia, ci mettano la faccia e si prendano le loro responsabilità parlando con i cittadini. Anche noi siamo in Umbria, anche noi paghiamo le tasse, anche questo territorio dimenticato da tutti fa parte della Regione Umbria. Abbiamo anche noi diritto di curarci e il diritto ad avere un ospedale“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*