No plastica monouso non biodegradabile nelle sagre, così M5s Umbria

No plastica monouso non biodegradabile nelle sagre, così M5s Umbria

No plastica monouso non biodegradabile nelle sagre, così M5s Umbria. “Divieto di utilizzo di plastica monouso non biodegradabile o riciclabile in feste, mense e sagre”. È questo il contenuto della proposta di legge depositata oggi dai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Maria Grazia Carbonari e Andrea Liberati, che prevede “anche incentivi economici per l’utilizzo di materiali ecologici”. Per Liberati e Carbonari si tratta di “un altro passo concreto per passare dalle parole ai fatti”.

“Per dare reale seguito agli obiettivi europei e nazionali di riduzione della plastica – spiegano i due consiglieri pentastellati – abbiamo depositato una proposta di legge che riprende i contenuti proposti dal M5S in altre regioni, adattandoli alla realtà umbra e alla normativa sulle sagre e feste paesane (legge regionale ‘2/2015’).

La logica della nostra proposta è semplice: ridurre drasticamente i rifiuti in plastica senza inutili disagi, eccessivi costi o rischi di natura igienica-sanitaria per le sagre, feste e mense pubbliche. Infatti, fermo restando l’obiettivo primario della riduzione della quantità di rifiuti prodotti, saranno comunque consentiti contenitori monouso purché riciclabili e biodegradabili”.

“Esistono le tecnologie per fermare questa emergenza – concludono Liberati e Carbonari – senza alcun disagio. È necessario solo un reale incentivo per i produttori e gli utenti. La legge prevede anche contributi di natura economica. Un piccolo-grande passo per fare dell’Umbria un esempio virtuoso in Italia e nel Mondo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*