Cpi, Ciprini replica alle accuse di Paparelli: “Dal ministro Di Maio alcuna volontà di offendere i dipendenti”

per la prima volta questo Governo sta investendo sui Centri per l'impiego, cosa che non accadeva da decenni

La parlamentare 5Stelle Tiziana Ciprini replica alle accuse sollevate il 1 agosto sulle pagine di Umbria Journal dal presidente della Regione e assessore alle Politiche attive del lavoro Fabio Paparelli, secondo il quale il ministro del Lavoro Di Maio avrebbe mancato di rispetto il lavoro svolto dai dipendenti dei Centri per l’impiego, affermando di considerare totalmente inefficace il servizio reso quotidianamente.

“Va anzitutto sottolineato che da parte del ministro non c’è stata alcuna volontà di offendere i dipendenti, anzi per la prima volta questo Governo sta investendo sui Centri per l’impiego, cosa che non accadeva da decenni” – afferma Ciprini.

“Come già confermato anche dalla sottoscritta in un comunicato diffuso la settimana scorsa (https://www.umbriajournal.com/politica/riforma-cpi-ciprini-m5s-per-lumbria-in-arrivo-fondi-per-il-potenziamento-e-assunzioni-di-navigator-322619/) abbiamo ribadito come il ruolo dei Cpi e del personale venga valorizzato dalle attuali riforme in maniera concreta, proprio grazie alle ingenti risorse messe a disposizione per le assunzioni e per il loro potenziamento infrastrutturale.

Inoltre, tra il personale e i navigator si verrà ad instaurare una vera e propria collaborazione per fornire assistenza ai destinatari del Reddito di cittadinanza: i Centri per l’impiego saranno così in maggior misura efficienti e rafforzati rispetto al passato” – conclude Ciprini.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*