Capanne, detenuto aggredisce poliziotto. La reazione di Pillon e Marchetti 

Lega: “Violenza inaccettabile, necessario il taser nelle carceri”

 
Chiama o scrivi in redazione


Capanne, detenuto aggredisce poliziotto. La reazione di Pillon e Marchetti 

Capanne, detenuto aggredisce poliziotto. La reazione di Pillon e Marchetti

“La violenza subita da un agente all’interno della casa circondariale perugina di Capanne, è l’ennesima testimonianza della necessità di introdurre l’utilizzo del taser nelle carceri”, hanno dichiarato in una nota il senatore Simone Pillon, capogruppo della Lega in Commissione giustizia del Senato e l’onorevole della Lega, Riccardo Augusto Marchetti, vice presidente della Commissione giustizia della Camera.

  • Solidarietà dei leghisti nei confronti del poliziotto aggredito da un detenuto

“Esprimiamo massima solidarietà al poliziotto vittima della violenza di un detenuto psichiatrico – hanno proseguito i leghisti – è un massacro che sembra non avere fine quello perpetrato ai danni degli uomini e delle donne che prestano servizio nelle case di reclusione e che con sempre maggior frequenza sono costretti a subire i folli soprusi dei carcerati. È inaccettabile – hanno concluso – che chi si adopera quotidianamente per tutelare la sicurezza del Paese, subisca continue vessazioni per mano dei delinquenti: la Lega continuerà a battersi affinché agli agenti della polizia penitenziaria sia garantito lavorare in totale sicurezza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*