Sport e periferie, Perugia non aderisce, Camicia, è senza assessore!

 
Chiama o scrivi in redazione


Infortuni domestici, approvato all'unanimità l'ordine del giorno di Camicia

Sport e periferie, Perugia non aderisce, Camicia, è senza assessore!

da Carmine Camicia
Non avere l’assessorato allo sport ha significato essere stato una delle poche città italiane a non aver aderire al bando nazionale ‘Sport e periferie 2018,  attraverso il quale si poteva accedere alla selezione e ottenere un finanziamento da parte della presidenza del Consiglio per interventi di recupero degli impianti sportivi o per realizzarne nuovi”.

A sottolinearlo il consigliere comunale Carmine Camicia.  Questa scelta di non ritenere importante l’assessorato allo sport – continua Camicia, dimostra l’incapacità di questa amministrazione di non tenere conto di una serie di risvolti negativi per la città che ha impianti sportivi vetusti.

Dopo la mancata adesione,  con la proroga della scadenza del bando, Perugia avrebbe la possibilità di poter accedere ai finanziamenti statali ed effettuare gli ammodernamenti necessari ai tanti impianti sportivi che da anni aspettano interventi di manutenzione. Sembra evidente che per poter partecipare al Bando Nazionale, l’Amministrazione dovrebbe presentare progetti di manutenzione e recupero degli impianti sportivi entro il 16 gennaio 2019, missione impossibile per un Comune sprovvisto di Assessorato allo Sport.


[scribd id=395809513 key=key-Ymax5jXExiMt1fI1E6RS mode=scroll]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*