Caldo, boom africano dalla prossima settimana, poi cambierà

Caldo, boom africano dalla prossima settimana, poi cambierà

A seguito del bollettino trasmesso in data odierna, venerdì 28 giugno, dal Centro di Competenza Nazionale del Ministero della Salute con il quale, anche per le giornate di sabato 29 e domenica 30 giugno, sono previste le temperature massime percepite di 33 gradi,seppur in calo rispetto ai 36 gradi di oggi, è dichiarata estesa anche al fine settimana la fase di forte disagio (livello 3).

Pertanto, considerato quanto contenuto nel piano Comunale di Gestione per l’emergenza calore 2019, nell’orario di ufficio le richieste di aiuto o informazioni dovranno pervenire al numero 075 577 4410 o 577 4465; negli altri orari, fino alle ore 18,00, sarà operativo il numero di telefono della centrale operativa dei Vigili Urbani 075 5723232 allo scopo di ricevere le telefonate del cittadino in difficoltà.

I Vigili Urbani provvederanno poi ad avvisare il reperibile di turno della protezione civile, che oltre a dare immediate informazioni sul comportamento da adottare, predisporrà, per chi ne farà richiesta, l’eventuale trasferimento di persone presso le aree di accoglienza individuate dall’Area Sanità ed Assistenza sociale e veterinaria.

Nel corso della PROSSIMA SETTIMANA ci aspettiamo un nuovo BOOM AFRICANO già dalla giornata di Lunedì 1 LuglioPoi però si prepara una GROSSA SORPRESA. Scopriamo subito di che si tratta e tutti i DETTAGLI con la previsione per tutta l’Italia.

Dando uno sguardo agli ultimissimi aggiornamenti meteo a nostra disposizione possiamo vedere come tra Lunedì 1 e Martedì 2 Luglio l’anticiclone africano tornerà a farci visita con una nuova TREMENDA VAMPATA di caldo con punte massime di temperatura intorno ai 37-38°C al Nord, al centro e su alcune zone del Sud (Puglia, Sicilia interna, materano costiero). Nel frattempo però sull’arco alpino si faranno via via più frequenti i temporali, segno inequivocabile di un primo cedimento dell’alta pressione sotto i colpi di correnti più instabili in discesa dal Nord Europa.

La GROSSA SORPRESA ce la aspettiamo nel corso della giornata di Mercoledì 3 Luglio quando un flusso instabile attraverserà l’Italia, in particolare le regioni del Centro Nord. Prestare attenzione perché in questi giorni si sta accumulando una grande quantità di energia potenziale nei bassi strati a causa delle alte temperature e degli elevati tassi di umidità. Per questo motivo non sono da escludere eventi meteo estremi come la formazione di imponenti celle temporalesche con grandinate, nubifragi e anche forti colpi di vento.

settori maggiormente a rischio saranno quelli poi anche le pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Col passare delle ore la sfuriate temporalesca interesserà anche l’Appennino centrale. Giovedì 4 possibilità di nuovi temporali sull’arco alpino in estensione anche alle vicine pianure, specie durante il pomeriggio. Altrove prosegue la fase molto calda con tanto sole specie al Sud e sulle due Isole Maggiori.

Da Venerdì 5 poi la pressione è prevista di nuovo in aumento con il ritorno a condizioni di tempo più stabile e soleggiato su tutta l’Italia, temporali occasionali solamente sulle Alpi.

Commenta per primo

Rispondi