Regione Umbria, questa giunta, al momento, non s’ha da fare

Regione Umbria, questa giunta, al momento, non s'ha da fare

Regione Umbria, questa giunta, al momento, non s’ha da fare

Non si sblocca ancora la questione della giunta regionale. I coordinatori dei tre partiti della maggioranza di centrodestra hanno fatto le loro richieste e sono sempre le stesse. La presidente ieri ha ribadito due nomi Paola Agabiti, eletta nella “lista della presidente”, ed anche l’assessore perugino Michele Fioroni, “tecnico-politico”, ideatore della campagna elettorale. Ma non c’è spazio per accontentare tutti. La squadra che vorrebbe la presidente non non combacia perfettamente con le richieste dei partiti. E’ probabile quindi che Tesei andrà ancora una volta a Roma per discutere con i Big nazionali.

La Lega insiste per avere tre assessori. L’unico nome certo al momento pare quello dell’esterno Luca Colletto alla sanità, voluto da Matteo Salvini. Il coordinatore regionale del Carroccio Virginio Caparvi, che chiede altri due posti in giunta, possibilmente di due consiglieri  dimissionari. I papabili assessori sono Daniele Carissimi (preferito da Tesei) o Enrico Melasecche, più Paola Fioroni.

Il secondo partito della coalizione, Fratelli d’Italia, ha optato per la presidenza del consiglio regionale con Marco Squarta, ma reclama anche un assessore. Tesei vorrebbe un tecnico come Michele Fioroni. Il partito chiede Moreno Fortini, oppure la ternana Elena Proietti, o Michela Sciurpa per lo sviluppo economico.

Forza Italia vuole stare in giunta, senza perdere il posto in consiglio: o Roberto Morroni va in giunta dopo essersi dimesso da consigliere, oppure lui resta a Palazzo Cesaroni e la Tesei chiama nella sua squadra il sindaco di Amelia, Laura Pernazza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
21 + 20 =