Coronavirus, Umbria 9 casi, stop 150mila studenti, scuole aperte, perché?

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, Umbria 9 casi, stop 150mila studenti, scuole aperte, perché?

Coronavirus, Umbria 9 casi, stop 150mila studenti, scuole aperte, perché?

Sono 9 le persone contagiate e 14 in attesa del responso. La lista dei positivi al Coronavirus si allunga proprio nel giorno dello stop alla didattica, a tutte le attività scolastiche, dagli asili alle università fino al 15 di marzo. Le scuole saranno chiuse solo per gli studenti, ma le sedi saranno aperte per l’attività di corpo docente e perdonale amministrativo.

Sono circa 150 mila gli studenti che non potranno frequentare le scuole  e all’università.

Il nono positivo è un familiare dell’anziano imprenditore di Città della Pieve che si trova in Rianimazione a Perugia. Stanno bene e non destano particolare preoccupazione. Sì trovano in isolamento fiduciario nelle loro abitazioni e sono sotto osservazione da parte dei sanitari.

Si stanno ricostruendo i contatti del professore di Agraria risultato positivo e che aveva portato allo stop alle lezioni dei Dipartimenti di Agraria e Veterinaria prima ancora dello stop alle lezioni in tutta Italia da parte del governo.

Il paziente del nono caso è in isolamento in casa. In isolamento anche per il medico di base intervenuto per un primo esame dell’imprenditore.

Uno degli 8 pazienti risultato positivo residente a Spoleto è stato ricoverato all’ospedale di Terni. Le sue condizioni non sono preoccupanti.

Nel frattempo arriva il piano degli ospedali del Santa Maria della Misericordia di Perugia e il Santa Maria di Terni attuato dalla Regione Umbria. In atto le misure di difesa. In particolare al Santa Maria della Misericordia di Perugia l’accesso alle strutture di degenza dovrà avvenire rispettando gli orari e le modalità di visita già previsti per le singole strutture che, tra l’altro, prevedono la presenza contemporanea di un solo visitatore per degente; mentre già secondo il regolamento vigente l’accesso in ospedale ai visitatori non è consentito dalle ore 22 alle ore 5,30 di ciascun giorno. Per gli utenti e per i visitatori disinfettanti ai punti Cup, portineria e punti informazioni.

L’Azienda ospedaliera di Terni, avvisa i cittadini che, invece, è consentito l’ingresso nello stesso momento nella stanza del reparto di un solo visitatore, familiare o persona addetta all’assistenza per ogni paziente e non saranno ammessi l’accesso e la permanenza in reparto di persone con evidenti sintomi respiratori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*