Mostra su Andy Warhol a Perugia, ecco le prime anticipazioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Mostra su Andy Warhol a Perugia, ecco le prime anticipazioni Nemmeno il tempo di metabolizzare l’annuncio delle date della grande mostra che nei primi mesi del 2019 (dal 26 gennaio al 17 marzo) vedrà celebrare Andy Warhol e la sua arte, che già Perugia si mobilita per accogliere in svariati spazi, non solo espositivi, visitatori e artisti attratti dalla “Pop Art”, autentico movimento artistico e culturale capace di coinvolgere più generazioni.

Non sarà, infatti, soltanto il Centro servizi camerali “Galeazzo Alessidi via Mazzini a Perugia (ex Borsa Merci), la sede principale di “Andy Warhol …in the city”, ma ci saranno altri “palcoscenici” di rilievo a conferma del fatto che tutta la città sarà abbracciata dall’evento.

In attesa che gli organizzatori di Pubbliwork Eventi definiscano a Perugia e dintorni le sedi ufficiali per ospitare iniziative collaterali, è certo invece il coinvolgimento dell’intero complesso del nuovissimo “Barton Park” di Pian di Massiano. I fratelli Bartolini hanno infatti da subito sposato il progetto e, al di là della conferenza stampa di presentazione, metteranno a disposizione il proprio spazio espositivo per ospitare alcuni momenti significativi dell’evento.

Nella “Galleria Barton” verranno esposte quattro opere di Andy Warhol, che saranno accompagnate da altre opere di artisti emergenti del movimento “Pop Art”, quali Pier Giuseppe Pesce, Alessandro Ficola, Luciano Busti e la giovanissima Alessia Tunesi. Quest’ultima, perugina purosangue, è assurta agli onori delle cronache per la particolarità di dipingere con il cioccolato, utilizzando il cibo degli dei che ha superato la scadenza e che diversamente dovrebbe essere restituito ai produttori per essere smaltito.

Nel medesimo contesto espositivo, inoltre, il maestro fotografo derutese Gianfranco Tomassini omaggerà Warhol con una serie di scatti sul tema “Pop Art” a voler sottolineare come l’artista newyorkese divenne famoso anche per aver ritratto molte celebrità dell’epoca con la macchina fotografica.

Cambiando location, invece, è certa la performance del writer perugino Alberto Moricciani, che andrà a comporre un murales celebrativo della mostra. L’esposizione alla “Galleria Barton” sarà aperta il sabato e la domenica dal 26 gennaio al 17 febbraio e sarà ad ingresso gratuito, così come tutte le altre performance ed iniziative collegate alla mostra principale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*