Voli Aliblue Malta, aeroporto di Perugia dice no, chiusa ogni forma di trattativa

 
Chiama o scrivi in redazione


Sase e atterraggio annullato, ancora un intervento della direzione

Voli Aliblue Malta, aeroporto di Perugia dice no, chiusa ogni forma di trattativa. PERUGIA – L’aeroporto di Perugia ieri ha chiuso ogni forma di trattativa, dicendo no alla compagnia maltese Aliblue Malta che dopo aver annullato i voli per Roma e la Sardegna, si era rifatta avanti con tre nuove rotte, quelle di collegare lo scalo umbro con Cagliari, Trapani e Budapest.

LEGGI ANCHE: Colpo di scena all’aeroporto, Aliblue Malta si rifà viva, con voli per Cagliari e Trapani

La Sase, la società che gestisce l’aeroporto, si era concessa una settimana di tempo per valutare l’offerta e il presidente Ernesto Cesaretti ha risposto dicendo: «Non se ne fa più nulla, la compagnia non ci ha dato garanzie tali da accettare la sua offerta».

Dopo quello che è successo l’anno scorso con FlyMarche e Fly Volare, quest’anno con Cobrex e poi ancora con Aliblue Malta, è normale che la Sase adesso sia molto più cauta.

La nota emessa dall’Aeroporto: «In riferimento alle notizie emerse sulla stampa locale circa i voli della compagnia Aliblue Malta, SASE tiene a precisare che relativamente alla nuova proposta, pervenuta in data giovedì 28 giugno e riguardante il ripristino dei voli a partire dal 13 luglio pv, le condizioni richieste e le garanzie offerte dalla compagnia non sono state ritenute idonee e sufficienti a garantire l’aeroporto ed i suoi passeggeri. SASE ribadisce che primario interesse della società di gestione dell’aeroporto dell’Umbria è garantire servizi puntuali ed efficienti attraverso partner consolidati, affidabili e solidi».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*