Nodo di Perugia”e infrastrutture ferroviarie, approvato odg M5s

 
Chiama o scrivi in redazione


Misure per contrastare il cambiamento climatico, approvato odg della consigliera Morbello

Nodo di Perugia”e infrastrutture ferroviarie, approvato odg M5s

Il consiglio comunale ha approvato con 24 voti favorevoli l’ordine del giorno presentato  dal Movimento 5  Stelle “Accelerare le misure per uscire  dall’isolamento  – “Nodo di Perugia”e infrastrutture ferroviarie.”

Illustrando l’atto la consigliera Morbello ha posto l’accento sulle numerose criticitàche attualmente investono la cittàdi Perugia da punto di vista trasportistico; il riferimento èall’elevata concentrazione di traffico sulla tangenziale di Perugia (circa 40/45mila veicoli al giorno), alla presenza di vari centri commerciali nati in prossimitàdel “Nodo di Perugia”e della tangenziale di Perugia, all’incremento di traffico determinato dalla Perugia-Ancona e dalla Foligno-Civitanova, nonchéalle difficoltàdi raggiungere l’Ospedale Santa Maria della Misericordia per i cittadini della zona nord del Comune di Perugia.

Secondo le istanti, per risolvere gli attuali problemi, il Comune di Perugia deve avere come primo obiettivo quello di guidare gli Enti territoriali umbri nell’interlocuzione, ferma e costante, con il Governo per l’accelerazione del “Nodo stradale di Perugia”nella programmazione Anas.

Fondamentale sarà, inoltre, anche la modernizzazione e la velocizzazione della Foligno-Terontola di cui il Comune di Perugia dovràfarsi promotore in contrapposizione all’inerzia ultradecennale della Regione Umbria. Unitamente al raddoppio dell’intera Foligno-Orte lo stesso aeroporto di Perugia potràaspirare a divenire davvero il terzo hub di Roma.

Altrettanto rilevante saràla velocizzazione ferroviaria attraverso l’Alta velocitàin direzione Terontola, quindi Firenze, avvicinando il centro al nord come mai prima d’ora.

Per questo il M5S ha proposto di impegnare l’Amministrazione ad assumere un ruolo guida nell’interlocuzione – costante e perseverante – con il Governo e tutti gli Enti competenti per l’accelerazione del “Nodo stradale di Perugia”nella programmazione Anas, per la modernizzazione, raddoppio e velocizzazione della Foligno-Terontola e della Foligno-Orte, anche attraverso programmi e fondi europei.

“Sono temi fondamentali per lo sviluppo della regione e della cittàe per la qualitàdella vita dei cittadini. -ha aggiunto Morbello- Su questi temi dobbiamo agire uniti, come una comunità,convinti della prioritàche essi rappresentano per lo sviluppo e l’economia della nostra regione.”

La presidente della III Commissione consiliare Urbanistica Casaioli ha ricordato anche la discussione avvenuta in commissione, alla presenza dell’assessore regionale ai trasporti  Melasecche, oltre a quello del comune Merli, i rappresentanti di Anas e dirigenti competenti, commissione che ha approvato l’ordine del giorno con 11 voti favorevoli e 2 astenuti.

Ha parlato di confusione della giunta comunale il consigliere Pd Zuccherini, che ha ricordato come proprio per questo il gruppo Pd in commissione si sia astenuto sull’odg, annunciando invece un voto favorevole in consiglio.

“Perugia subisce le conseguenze di una cattiva gestione a livello regionale dei trasporti”ha detto, dal canto suo, la consigliera Ricci (Lega), ricordando la situazione della stazione di Sant’Anna, chiusa dal 2017. “I treni sono fermi, la manutenzione non viene fatta, eppure i trasferimenti di fondi pubblici alla societàper 4,5 milioni di euro continuano.Anche gli incidenti stradali nella nostra regione sono aumentati ma se andiamo a vedere bene non c’èalternativa all’uso dei mezzi propri.”Ricci ha anche ricordato l’inchiesta UM che ha evidenziato azioni contro l’interesse pubblico e lo spreco di risorse per l’acquisto di treni che da anni sono fermi e inutilizzati.

“Perugia -ha concluso Ricci- merita una situazione diversa, chiedo pertanto al Sindaco di impegnarsi insieme alla regione, per incentivare la ex Fcu, affinchévenga fatta almeno la manutenzione. Chiedo anche l’impegno del comune a farsi parte attiva con la nuova giunta regionale per garantirci dei trasporti finalmente all’altezza di Perugia.”

Sulle posizioni dell’amministrazione rispetto al tema trasporti la consigliera Casaioli, in replica a Zuccherini, ha ricordato che tutto ciòdi cui si èparlato fa giàparte del Pums. Dal canto suo anche la capogruppo Blu Renda ha ribadito la necessitàche Perugia riprenda il suo ruolo di capoluogo di regione e che, pur non essendo di competenza del Comune, si ponga comunque la massima attenzione per migliorare la situazione e uscire dall’isolamento, che significa anche sviluppo economico per la regione.

L’odg èstato approvato all’unanimitàdei consiglieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*