Sagre paesane non più di 4 giorni consecutivi, la Regione limita

 
Chiama o scrivi in redazione


Sagre paesane non più di 4 giorni consecutivi, la Regione limita

Sagre paesane non più di 4 giorni consecutivi, la Regione limita

Le sagre non potranno superare i quattro giorni consecutivi anche per il 2021. Palazzo Donini vuole fare la stessa cosa dello scorso anno. Tutto questo per salvaguardare le cinquemila attività di bar, ristoranti pub e pizzerie in questa fase di ripresa. E’ questo l’intendimento dell’assessorato allo sviluppo economico. Los scrive oggi Alessandro Antonini del Corriere dell’Umbria aggiungendo che le pro loco non ci stanno e protestano. L’apposita ordinanza è prevista nelle prossime settimane.

Sono 370 le sagre e le feste paesane che si sono svolte in Umbria nel 2019: 150 di queste sono state organizzate dalle pro loco. I posti a sedere, se restano le linee guida dello scorso anno, dovranno prevedere un distanziamento minimo tra le sedute di almeno un metro o tale da garantire il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro. Tutti i visitatori devono indossare la mascherina a protezione delle vie aeree. Lo stesso obbligo si applica anche agli operatori addetti alle attività a contatto con il pubblico. Occorre “favorire modalità di pagamento elettronico e gestione delle prenotazioni online, e se possibile mantenere un registro delle presenze per una durata di 14 giorni”, era scritto nella delibera del 2020.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*