Ex Antonio Merloni, presidio lavoratori all’incontro istituzionale

 
Chiama o scrivi in redazione


Ndelfab (ex jp): alternative possibili solo al tavolo ministeriale

Ex Antonio Merloni, presidio lavoratori all’incontro istituzionale

Presidio dei lavoratori Indelfab di Fabriano (Ancona), ex JP Industries, questo pomeriggio davanti all’ingresso dell’Oratorio della Carità dove ci sarà un primo confronto fra sindacati e istituzioni in merito all’apertura della procedura di mobilità per 583 lavoratori, tra Marche e Umbria. Durante l’assemblea, durata circa un’ora e presieduta dai rappresentanti dei sindacati di categoria Fim-Fiom-Uilm, rispettivamente Gianpiero Santoni, Pierpaolo Pullini e Isabella Gentilucci, è stato fatto il punto della situazione.

“Ci avevano promesso un nuovo piano concordatario da presentare in Tribunale, ma abbiamo forti dubbi che lo faranno in questa fase. Questo perché, secondo Giovanni Porcarelli, il Decreto Agosto permette il licenziamento per le aziende in liquidazione” hanno detto i rappresentanti dei sindacati.

“Noi abbiamo due ordini di problemi – hanno aggiunto -: garantire il reddito ai lavoratori dopo il 6 settembre, quando scadrà la cassa integrazione Covid, ed evitare una nuova ecatombe occupazionale. Combatteremo fino alla fine per entrambe le problematiche. Altra ipotesi – secondo i sindacati – è cercare di allungare l’utilizzo degli ammortizzatori sociali”.

All’incontro istituzionale di oggi pomeriggio partecipano i sindaci di Fabriano Gabriele Santarelli, di Nocera Umbra Giovanni Bontempi e Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, l’assessore della Regione Marche Loretta Bravi, l’assessore della Regione Umbria Michele Fioroni, e il sottosegretario al Mise Alessia Morani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*