La Regione Umbria: Un Bilancio Solido e una Gestione Efficace

La Giunta regionale approva il rendiconto generale 2023, evidenziando la solidità finanziaria e l'efficacia della gestione

La Regione Umbria: Un Bilancio Solido e una Gestione Efficace

La Regione Umbria: Un Bilancio Solido e una Gestione Efficace

La Giunta regionale dell’Umbria, guidata dall’Assessorato al Bilancio, ha dato il suo assenso al rendiconto generale dell’amministrazione regionale per l’anno finanziario 2023. Il documento approvato mette in luce la robustezza del bilancio regionale, con un avanzo di competenza di oltre 82 milioni di euro e la soddisfazione di tutti gli indicatori di equilibrio previsti dalla normativa.

Nonostante le sfide economiche, la politica di gestione prudente delle risorse finanziarie adottata dall’Assessorato al Bilancio ha permesso di finanziare completamente gli investimenti propri della Regione Umbria nel 2023. I risultati ottenuti negli ultimi anni, e in particolare nel 2023, hanno permesso di definire completamente i rapporti pregressi con le Province e di coprire i costi relativi alle funzioni inerenti la viabilità regionale, per un totale di risorse di circa 20 milioni di euro.

Questi risultati sono anche il frutto dell’efficientamento e del contenimento delle spese di funzionamento e del costo del personale, rimasto invariato rispetto all’anno precedente. Questo ha permesso di garantire spazi adeguati per gli interventi regionali a sostegno delle amministrazioni locali e del sistema economico.

Dal punto di vista delle entrate, il documento approvato evidenzia la stabilità delle entrate tributarie, in particolare l’Irap, l’addizionale Irpef e la tassa di circolazione automobilistica. Questo è in linea con le politiche fiscali regionali, che mirano a mantenere invariata la pressione fiscale e a recuperare l’evasione.

Anche dal punto di vista dei risultati economico-patrimoniali, il rendiconto 2023 mostra una situazione positiva, con un risultato di esercizio di oltre 75 milioni di euro. Questo testimonia la solidità del bilancio, evidenziata dall’aumento del patrimonio netto, che è passato dai 481 milioni di euro del 2022 a oltre 567 milioni di euro nel 2023. Questo dimostra l’importante lavoro svolto per mantenere i conti in ordine, con una gestione prudente ed efficace, che ha portato a ottenere buoni risultati, migliorati nel corso degli anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*