Expo Casa 2024. Al via una 40esima edizione

Expo Casa 2024. Al via una 40esima edizione
ph. TommyB

Expo Casa 2024. Al via una 40esima edizione

Di Tommaso Benedetti

Un punto di riferimento irrinunciabile per coloro che desiderano scoprire le ultime tendenze e le proposte più sorprendenti nel campo dell’arredamento, dell’architettura e del design. Un luogo dove indagare, attraverso esposizioni ed incontri, il concetto di casa come spazio dinamico e flessibile, in continua evoluzione.

Per la 40esima edizione, Expo Casa si è presentata sabato 2 marzo al suo pubblico, che subito numeroso ha iniziato a visitare i 4 padiglioni dove trovano spazio 180 espositori, con l’entusiasmo di chi ancora ha davanti un futuro tutto da scrivere. L’evento promosso da Epta Confcommercio Umbria andrà avanti all’Umbriafiere di Bastia Umbra fino a domenica 10 marzo.

“Siamo qua per celebrare un traguardo molto importante, anche con espositori che ci seguono fin dalle prime edizioni e che abbiamo deciso quindi di premiare per la loro fedeltà” ha affermato durante la cerimonia d’inaugurazione Aldo Amoni, presidente di Epta Confcommercio Umbria, il quale ha voluto anche ricordare la figura di Roberto Prosperi (presidente Epta per 15 anni) proprio a 10 anni dalla sua prematura scomparsa. “Negli ultimi anni – ha proseguito – abbiamo assistito ad una crescita esponenziale di questo evento che ha guadagnato una rilevanza nazionale senza precedenti nel settore dell’home living. Una fiera che quest’anno si è superata e che continua ad aiutare l’economia dell’Umbria”.

E sulla centralità per l’economia della regione di eventi fieristici come questo si è soffermata anche la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei“Expo Casa è un appuntamento importante per la nostra regione ma il livello raggiunto ormai è nazionale, perché punto di incontro su tutto ciò che significa abitare e con un format nuovo. Gli espositori riescono a presentare il meglio di un mercato in continua evoluzione, ma la spinta in più è stata quella di aver dato spazio anche alle professioni tecniche come quelle degli architetti”. Tesei si è poi soffermata sull’importanza del centro fieristico regionale: “Vogliamo investire per renderlo più bello, funzionale e sostenibile. Ci sarà modo per presentare il nuovo progetto finanziato dalla Regione che sarà pronto per il prossimo anno”.

“L’amministrazione comunale – ha affermato poi Paola Lungarotti, sindaco di Bastia Umbra – crede al binomio tra pubblico e privato. Noi possiamo pensare a rendere più attrattiva Umbriafiere ma quello che conta poi è quello che ci mettiamo dentro. E sono i grandi eventi come questo che ci rendono competitivi e unici non solo per il Centro Italia”.

E su Umbriafiere, che ospita Expo Casa dal 1989, il presidente del Centro fieristico Stefano Ansideri, ha ricordato come questa struttura con i suoi padiglioni “sia sempre più la vetrina dell’Umbria e del tessuto economico regionale”.

Quarant’anni ma non li dimostra per il presidente della Camera di Commercio e di Confcommercio Umbria: “Con Expo Casa – ha detto Giorgio Mencaroni – si pone sempre grande attenzione a quello che è il comparto, presentando nuovi materiali e nuove tecnologie per una tema della casa oggi delicatissimo e che va sempre più approfondito soprattutto in un momento di grande stanca del mercato immobiliare”.

Per ricordare la partnership di Expo Casa con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia è stato il presidente Marco Petrini Elce“Questo è un momento importante per la nostra professione perché qua possiamo incontrare le persone, in una fase anche di grandi cambiamenti per la progettazione con concetti come sicurezza e sostenibilità sempre più centrali. E i 40 anni dell’evento meritavano un allestimento particolare sia per l’ingresso che per l’Area Eventi dove si terranno con il titolo ‘Le forme dell’abitare’ numerosi appuntamenti”.

Epta, insieme all’Ordine, ha infatti indetto un concorso per l’ideazione del portale d’ingresso (una struttura simile è riproposta anche nell’Area Eventi) con il progetto vincitore che è stato firmato dal giovane architetto Alessandro Moriconi (ponteggio realizzato con il sistema tubo-giunto dove sono adagiati una serie di teli colorati che tessono una suggestiva copertura filtrante all’ingresso o la quinta che incornicia gli appuntamenti dell’Area Eventi).

Ad Expo Casa, grazie alla collaborazione con i Vigili del Fuoco dell’Umbria, con il progetto “Casa sicura” viene dato spazio anche alla tematica della sicurezza in ambito domestico, come ha infine spiegato la funzionaria della direzione generale Eleonora Bizzarri. La casa, considerata luogo sicuro per eccellenza, nasconde invece insidie soprattutto per donne bambini, anziani e disabili. I Vigili del Fuoco con la “Casa degli errori” potranno così far vedere ai visitatori alcuni tra gli errori più comuni che portano ad incidenti domestici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*