Ex Merloni incontro Mise, attesa per concordato per garantire continuità

sottosegretaria Alessia Morani (Pd) ha incontrato prima i sindacati e poi la proprietà

Ex Merloni incontro Mise, attesa per concordato per garantire continuità

Ex Merloni incontro Mise, attesa per concordato per garantire continuità

Il Ministero dello Sviluppo economico metterà in campo tutti gli strumenti a disposizione per garantire la continuità aziendale e la difesa dei livelli occupazionali alla Jp Industries. È emerso al termine degli incontri che si sono svolti ieri al ministero dello Sviluppo economico (Mise): la sottosegretaria Alessia Morani (Pd) ha incontrato prima i sindacati e poi la proprietà. “Sono stati – spiega Morani – incontri positivi sia con il sindacato che con l” imprenditore: da parte di tutti c” è la volontà di trovare una soluzione per superare questa situazione difficile”.

“Come ministero abbiamo assicurato alle parti – prosegue – che metteremo in campo tutto quello che è di nostra competenza, a partire dagli ammortizzatori sociali per proseguire con incentivi e finanziamenti nell” ambito dei contratti di sviluppo perché vogliamo garantire la continuità dell” azienda e della produzione e tutelare al massimo i livelli occupazionali”. Adesso il Ministero attende che il Tribunale di Ancona si esprima sulla richiesta di concordato presentata dall” azienda.

“Dal buon esito della procedura – riferisce ancora sottosegretaria – dipende tutto l” iter. Nel frattempo, però abbiamo chiesto ad Invitalia di valutare il piano industriale presentato ieri dalla proprietà. Parallelamente ragioniamo con la stessa Invitalia sull” area di crisi complessa della ex Merloni perché ci sono risorse ingenti non utilizzate nel corso degli anni e stiamo pensando di impiegarle per rianimare il tessuto imprenditoriale di Marche e Umbria su settori che possano dare nuovo slancio alle attività produttive nell” ambito della green economy. Una iniziativa che può essere legata anche al settore degli elettrodomestici”. “Auspichiamo – conclude Morani – che sindacati e azienda possano trovare presto una modalità condivisa di prosecuzione della procedura e attendiamo l” esito dell” incontro tra le parti in programma lunedì prossimo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*