Covid: Unc, ancora mistero green pass negli alberghi, come è possibile?

a meno di 14 ore dall'entrata in vigore dell'obbligo del green pass

Covid: Unc, ancora mistero green pass negli alberghi, come è possibile?
foto by Blitzquotidiano

Covid: Unc, ancora mistero green pass negli alberghi, come è possibile?

“E’ una vergogna che, a meno di 14 ore dall’entrata in vigore dell’obbligo del green pass, ancora nessuno abbia chiarito se sia necessario anche per i servizi di ristorazione interni agli alberghi. Gli italiani sono già in vacanza o stanno per partire nel prossimo week-end e quelli che, magari loro malgrado, non hanno ancora potuto vaccinarsi non sanno se dovranno fare tamponi ogni 48 ore, trasformando le vacanze in un ricovero ospedaliero, oppure no” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Abbiamo subito chiesto al Governo di chiarire se l’art. 3 del decreto legge n. 105 del 23 luglio 2021 vale anche per gli alberghi, ma dopo 13 giorni tutto tace. Forse si chiarirà nel Consiglio dei ministri di questo pomeriggio, decisamente troppo tardi.

Almeno nei mesi passati si rimediava ai decreti e ai Dpcm sul Covid scritti con i piedi con le Faq pubblicate sul sito del Governo, ora non si fa più nemmeno questo e la pagina è praticamente in bianco, aggiornata, si fa per dire, al decreto del 22 aprile, nonostante poi sia arrivato quello del 18 maggio e quello del 23 luglio, per non contare i Dpcm. E’ imbarazzante” conclude Dona.

Il decreto legge del 23 luglio 2021 prevede che, a far data dal 6 agosto 2021, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19, l’accesso ai “servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio, di cui all’articolo 4, per il consumo al tavolo, al chiuso”. L’art. 4 sopra richiamato, relativamente agli orari, prevede per gli alberghi la seguente eccezione: “Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati”. Va chiarito, quindi, se l’eccezione prevista per i servizi di ristorazione degli alberghi, prevista attualmente solo per il coprifuoco, si estende anche al green pass”.

(Sec-Arm/Adnkronos)

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*