Sì al Nodino, anche la presidente Tesei insiste: “Quel nodo deve essere fatto”

Un incidente sull'innesto e tutto si blocca, disagi anche a Ponte San Giovanni

Sì al Nodino, anche la presidente Tesei insiste: “Quel nodo deve essere fatto”

Il Comitato “Chi salverà Ponte San Giovanni?” ha incontrato nei giorni scorsi la Governatrice della Regione Umbria, Donatella Tesei, nel quadro delle iniziative politiche e istituzionali avviate al fine di illustrare le finalità e gli argomenti del Comitato, mirati a sollevare i residenti dal peso di un traffico automobilistico sempre più gravoso e insopportabile.


Fonte: Comitato Chi salverà Ponte San Giovanni


Il Comitato, nelle persone di Luigi Ercolani, Fausto Cocciari, Giuliano Palmerini, Claudio Ricciarelli e Sergio Zara, sottolineando l’ampia e spontanea adesione ricevuta da parte di cittadini appartenenti a tutta la larga fascia di territorio che gravita per i motivi più vari intorno a Perugia, e ha ringraziato la Governatrice Tesei per il suo impegno nella ricerca di una soluzione che possa essere il più efficace possibile.

Da ultimo il Comitato ha puntualizzato che il proprio interesse si è appuntato al momento sul primo stralcio dell’opera, il tratto fra Collestrada e Madonna del Piano, noto ormai con definizione giornalistica come “Nodino”, in quanto in avanzata fase di progettazione e già finanziata e come tale capace di alleviare in prima battuta il crescente malessere che si registra soprattutto nella popolazione di Ponte San Giovanni.

Il Nodino però — è stato precisato con decisione — deve essere solo il primo passo in direzione dell’opera completa. Il Nodo, che solo nella sua interezza potrà assolvere alle finalità strategiche per cui è stato concepito. La Governatrice Tesei, affiancata dall’assessore alle infrastrutture e trasporti Enrico Melasecche, ha ascoltato con attenzione le sollecitazioni ricevute nei vari interventi dei membri del Comitato che chiedono che si prodighi a riconvocare un tavolo di lavoro che metta insieme ANAS e Sindaci di Perugia e Torgiano intorno al nuovo progetto che, a loro giudizio, riduce in maniera significativa le criticità e i disagi imputabili al progetto originale. La Governatrice ha confermato la volontà di giungere all’approvazione di un’opera che stemperi al massimo grado disagi e controversie che potrebbero ancora manifestarsi, anche alla luce delle necessità di cittadini, mondo produttivo e turistico. Allo stesso fine mira il recente intervento della Regione Umbria, finalizzato a consolidare il ruolo dell’Aeroporto internazionale dell’Umbria, grazie al quale si sono aperte nuove rotte, che autorizzano concrete speranze di rinnovati e potenziati flussi turistici dall’Europa.

Al termine dell’incontro la Governatrice ha ringraziato il comitato per aver voluto incontrarla e portare il proprio contributo. Il Comitato si è a sua volta congedato, esprimendo ancora la propria soddisfazione per interesse alle proprie argomentazioni mostrato dalla Governatrice e il ringraziamento per la sollecitudine con la quale è stato ricevuto ed ascoltato. Uguale apprezzamento è stato poi espresso per l’opera assidua di informazione e di appoggio che l’assessore Melasecche ha sempre prestato nei confronti delle iniziative e delle richieste di chiarimenti ricevute da parte del Comitato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*