Prostituta torna al “lavoro” con camper, sanzionata dalla Polizia

 
Chiama o scrivi in redazione


Prostitute davanti chiesa Ponte San Giovanni, i cittadini, non se ne può più

Prostituta torna al “lavoro” con camper, sanzionata dalla Polizia

Una prostituta è stata sanzionata perché è tornata al “lavoro”. Lo scrive il Messaggero dell’Umbria. Ha sistemato il camper nell’area di vocabolo Staino a Terni ma invece del cliente è arrivata la polizia.  per la donna che ha provato a giustificare la sua presenza nel parcheggio è scattata la multa.

Ieri pomeriggio le forze dell’ordine hanno sanzionato un uomo che, ignorando le regole imposte dall’ordinanza del sindaco, Leonardo Latini, era all’interno della Passeggiata senza proteggere naso e bocca con i dispositivi obbligatori per gli adulti. In totale sono state trecento le persone controllate.

Sono state sanzionate con la multa – da 400 a 3.000 euro – sei persone, quattro ternani e due stranieri, che, ieri sera intorno alle 21, si erano riuniti presso un locale della Movida per festeggiare la fine del “lockdown” ed il ritorno ad una male interpretata “normalità”. Sanzionato anche il titolare del locale che aveva favorito l’assembramento, servendo “shottini” in bicchieri di vetro su due botti davanti al locale, utilizzate a mo’ di tavolino; per lui, si valuta la sospensione della licenza, oltre alla sanzione amministrativa. Proseguono anche oggi i controlli “antiCovid”, con indicazione di assoluto rigore per gli assembramenti e la violazione delle regole di frequentazione di spazi comuni e l’utilizzo delle mascherine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*