Si finge prostituta e fa rapinare un suo cliente da due complici, arrestati

 
Chiama o scrivi in redazione


Polizia di stato denuncia assisano per scritte fasciste

Si finge prostituta e fa rapinare un suo cliente da due complici, arrestati

Sono stati arrestati dalla Polizia di Stato, a due mesi di distanza l’uno dall’altro, gli autori di una rapina consumata a fine agosto ai danni di un cliente di una prostituta, al quale avevano sottratto denaro e due telefoni cellulari.

I due, un italiano di 38 anni – con precedenti per reati contro il patrimonio e di droga – e un tunisino 32enne – irregolare in Italia ed anch’egli con precedenti penali per stupefacenti e reati contro il patrimonio – avevano rapinato un 47enne italiano, adescato da una loro complice che, fingendosi una prostituta, era salita sulla sua auto e si era fatta portare in una zona periferica cittadina dove l’uomo era stato minacciato e poi rapinato.

L’attività d’indagine,coordinata dalla Procura della Repubblica di Terni, ha consentito dapprima di identificare l’italiano, arrestato ad ottobre dal personale della Squadra Mobile in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Terni, mentre il complice era ancora ignoto.

Nelle scorse settimane, a seguito di ulteriori accertamenti, è stato individuato anche l’altro rapinatore, arrestato in esecuzione di un’altra ordinanza di custodia cautelare in carceredopo essere stato rintracciato dagli agenti nella tarda serata di giovedì scorso in un locale del centro cittadino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*