Morte Samuele, nella richiesta di archiviazione di omicidio le motivazioni della Procura

Morte De Paoli, presentata l’opposizione del legale del padre di Samuele

Morte Samuele, nella richiesta di archiviazione di omicidio le motivazioni della Procura

“Deve ulteriormente argomentarsi come agli atti non sia ravvisabile che l’indagato avesse a disposizione alternative utili per sottrarsi ai colpi evitando a sua volta di agire nel modo descritto. Se infatti pur vero che il De Paoli non si trovava in condizioni in ragione dell’assenza di indumenti di inseguire per tratti apprezzabili l’indagato, la colluttazione, lo strappamento dei capelli e gli ulteriori effetti come riscontrati anche a prescindere dal dichiarato dell’indagato attestano una tale situazione di concitazione e immediatezza da non poter fare presumere un diverso ambito di manovra difensiva. D’altronde il gesto lesivo letale si configura più come un tentativo di allontanamento dell’antagonista che un vero e proprio atto lesivo”.

E’ passaggio conclusivo della richiesta di archiviazione che la Procura ha presentato al gip nell’ambito del fascicolo per omicidio preterintezionale in cui è appunto iscritta la trans per la morte ad aprile 2021 in un fosso a Sant’Andrea delle Fratte.

L’avvocato Francesco Gatti, che difende l’indagata, dice: “A nostro avviso, le determinazioni della Procura sono condivisibili. Atteso che sicuramente i familiari si opporranno, il gip valuterà se disporre o meno l’archiviazione per questa ipotesi di reato. Come detto, attendiamo serenamente lo svolgimento dell’udienza camerale, sicuri dell’innocenza della mia assistita, sulla base delle risultanze tecniche. Il tutto nel massimo rispetto del dolore della famiglia”.

Samuele è deceduto per un arresto cardiaco causato dalla pressione sul nervo vagale. I familiari del giovane sono pronti a fare opposizione alla richiesta di archiviazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*