Ma che vuoi, vattene, noi ci buchiamo dove ci pare, succede a Fontivegge

Foto generica

Ma che vuoi, vattene, noi ci buchiamo dove ci pare, succede a Fontivegge

Un video che racconta l’allarme e il degrado di Fontivegge. Un video che non può essere pubblicato per una questione di privacy, ma è molto inquietante. E’ stato registrato da un residente della popolosa periferia. A descrivere cosa c’è in quelle immagini è la giornalista Egle Priolo nell’edizione di oggi del Messaggero Umbria.

Nelle immagini si sente la voce due ragazze molto giovani. Si sente un dialogo tra loro e il residente che è riuscito a registrare il video durante il botta e risposta. Le due, poco più che ventenni, si stavano drogando tra i palazzi, iniettandosi qualche sostanza.

Si sente lui che chiede: “Non è questo il posto per bucarsi. Ti puoi alzare per favore?” e la risposta: “Mi hai spaventato, ma che vuoi, vattene”.

E poi: “Ma ti sembra questo il posto? Ma ora le siringhe dove le buttate? Non potete lasciarle lì”. No, ok, le buttiamo”. “Ah, ecco. E tutto il sangue chi lo pulisce” – dice il ragazzo. “Ma avete 20 anni, vi rendere conto di come state ridotte?”. “Sei bello tu” è la risposta. “Non è questione di essere bello. Da qui possono passare bambini. E se vi vedono fare questo? Non potete farle a casa queste cose?”.

E la risposta violenta arriva subito dopo: “Noi ci facciamo dove ci pare, forse non hai capito, non è che ce lo dici tu”. E poi continuano: “Ti sembra il modo di trattare due donne?” E il residente risponde: “Come vi devo trattare bene dopo che vi trovo qui a drogarvi?”.

Il tutto finisce con le ragazze che vanno via, lasciando fazzoletti e sangue sul posto e dicendo al residente: “Mi raccomando, Pulisci bene”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*