Coronavirus, in Umbria 447 positivi in più, quattro morti e 204 ricoverati, mappa dei comuni

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, in Umbria 447 positivi in più, tre morti e 204 ricoverati

Coronavirus, in Umbria 447 positivi in più, quattro morti e 204 ricoverati, mappa dei comuni

Sono 447 i casi positivi al covid-19 registrati in Umbria il 22 ottobre. I tamponi effettuati sono 3.595, 204 le persone ricoverate sono 204 (+11) e 21 i soggetti ricoverati in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri, e 4 i decessi (101 in totale). E’ quanto comunica la regione Umbra nella dashboard. I guariti sono 84, dall’inizio della pandemia sono guarite 2.572 persone. Gli attualmente positivi sono 3.637 e 6.307 i casi totali. Le persone in isolamento sono 4.977 di cui 3.431 in contumacia.

31 casi in più vengono registrati ad Assisi, 7 in più a Bastia, 13 in più a Castiglione del Lago, +28 a Corciano, + 17 a Foligno, + 32 da fuori regione, 10 in più a Gubbio, +11 a Magione, gli attuali positivi a Perugia superano i mille casi (1007), +109, e 36 in più a Terni.

Oggi Ieri
Acquasparta 3 3
Allerona 10 9
Alviano 3 2
Amelia 15 14
Arrone 6 6
Assisi  160 127
Attigliano 2 2
Avigliano Umbro 1 1
Bastia Umbra 174 167
Bettona 13 12
Bevagna 7 6
Calvi dell’Umbria 2 2
Campello sul Clitunno 8 8
Cannara 15 14
Castel Giorgio 3 3
Castel Ritaldi 2 2
Castel Viscardo 3 2
Castiglione del lago 62 49
Cerreto di Spoleto 1 1
Citerna 8 9
Città della Pieve 7 6
Città di Castello 39 32
Collazzone 8 7
Corciano 180 152
Deruta 36 34
Fabro 1 1
Ferentillo 3 2
Ficulle 2 1
Foligno 136 119
Fossato di Vico 6 6
Fratta Todina 2 2
Fuori regione 237 205
Giano dell’Umbria 6 5
Giove 3 3
Gualdo Cattaneo 16 15
Gualdo Tadino 26 22
Guardea 12 12
Gubbio 119 109
Lisciano Niccone 1 1
Lugnano in Teverina 18 18
Magione 116 105
Marsciano 58 55
Massa Martana 7 7
Montecastello di Vibio 2 2
Montecastrilli 13 11
Montecchio 3 3
Montefalco 11 8
Montefranco 2 2
Montegabbione 2 2
Montone 6 5
Narni 80 82
Nocera Umbra 2 2
Norcia 7 6
Orvieto 34 30
Otricoli 2 1
Paciano 1 1
Panicale 22 22
Passignano sul Trasimeno 75 72
Penna in Teverina 3 2
Perugia 1007 898
Piegaro 15 10
Pietralunga 4 2
Polino 3 3
Porano 1 1
Preci 5 7
San Gemini 68 66
San Giustino 10 10
Sant’Anatolia 2 2
San Venanzo 3 3
Sellano 2 2
Sigillo 6 5
Spello 24 20
Spoleto 94 95
Stroncone 15 14
Terni 413 377
Todi 15 15
Torgiano 31 30
Trevi 9 8
Tuoro sul Trasimeno 32 31
Umbertide 42 39
Valfabbrica 29 25
Valtopina 3 3
3635 3275

Foto di NickyPe da Pixabay

 

La diffusione del coronavirus in Umbria non si arresta. Fa segnare anzi dati sempre più in crescita. Sono stati infatti 447 contro i 407 di ieri (più 9,8%) i nuovi casi accertati nell” ultimo giorno, 6.307 dall” inizio della pandemia. Con i morti che hanno toccato quota 100, tre nell” ultimo giorno. In crescita anche i ricoveri, passati da 193 a 204, mentre sono scesi da 22 a 21 i pazienti in terapia intensiva. Certificati altri 84 guariti, 2.572 totali, con gli attualmente positivi in crescita dell” 11% e ora 3.635. Uno scenario a fronte del quale la Regione sta valutando ulteriori misure rispetto a quelle nazionali per contenere la diffusione del contagio da Covid. Una situazione al vaglio della presidente Donatella Tesei, che continua a seguire passo passo l” evolversi della crisi sanitaria, e di tutta la Giunta.

A causa dell” aumento dei contagi Covid chiude comunque al pubblico una parte del centro storico di Perugia. Lo prevede un” ordinanza del Comune per le giornate di venerdì 23 e sabato 24 ottobre, con possibilità di reiterazione fino al 13 novembre, dalle 21 alle ore una del giorno successivo. Il provvedimento riguarda le zone di piazza Danti, piazza Piccinino, tutta la scalinata della cattedrale di San Lorenzo, le Logge di Braccio e la scalinata di Palazzo dei Priori. “È consentito l” accesso e il deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private” spiega il Comune. A Terni al via intanto da questa sera il piano di controllo del fine settimana per prevenire la diffusione del Covid deciso in sede di Comitato provinciale per l” ordine e la sicurezza pubblica. Raddoppiate le risorse in campo di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, che verificheranno l” uso corretto della mascherina e l” eventuale presenza di assembramenti in luoghi pubblici. L” Usl Umbria 2 ha deciso inoltre di potenziare le unità speciali di continuità assistenziale (Usca) di Terni e Foligno, grazie all” ingresso di 14 nuovi professionisti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*