Carabinieri arrestano uno straniero, per lui si aprono le porte di Capanne

 
Chiama o scrivi in redazione


Carabinieri arrestano uno straniero, per lui si aprono le porte di Capanne

I Carabinieri di Perugia rispondono alle esigenze di sicurezza del Capoluogo e del suo hinterland e, in particolare, al contrasto di quegli episodi di microcriminalità che destano particolare allarme sociale tra la collettività, da perseguire con immediatezza ed efficacia. Ciò avviene attraverso un massiccio dispiegamento di pattuglie che controllano, senza soluzione di continuità, tutto il territorio di competenza, incrementando così la sicurezza percepita da parte della cittadinanza.

Nel primo pomeriggio dell’8 aprile, infatti, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Ponte San Giovanni hanno localizzato e tratto in arresto un 28enne tunisino, residente a Perugia, già noto ai Carabinieri, in esecuzione di ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Perugia.

Il provvedimento restrittivo costituisce aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari cui era sottoposto, a seguito di evasione perpetrata il 30 marzo, reato per cui era stato tratto in arresto dai medesimi militari.

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Perugia – Capanne, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*