Altro detenuto tenta il suicidio nel carcere di Perugia, salvato da agente

 
Chiama o scrivi in redazione


Altro detenuto tenta il suicidio nel carcere di Perugia, salvato da agente
Foto di Dieter_G da Pixabay

Altro detenuto tenta il suicidio nel carcere di Perugia, salvato da agente

Continuano gli eventi critici all’interno della casa circondariale di Perugia Capanne. Nel pomeriggio di oggi, un detenuto extracomunitario di circa 40 anni, verso le ore 14, all’interno della sezione 3 del reparto penale, approfittando che il proprio compagno di camera era al locale passeggi, ha tentato di impiccarsi. Solo grazie al tempestivo intervento dell’assistente di polizia penitenziaria in servizio alla sezione, avvertito dagli altri detenuti, si è evitata una morte sicura.

A darne notizia è il vice segretario regionale dell’ O.S.A.P.P. Angelo Romagnoli il quale rimarca ancora una volta la grave carenza di organico che riveste il carcere perugino. Il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha diramato un interpello straordinario per l’assegnazione di 8 poliziotti penitenziari a Capanne, nonostante questo sindacato abbia richiesto in più occasioni l’invio di almeno 40 unità.

Inoltre vi è come più volte rappresentato da questa O.S. Una mancanza di psichiatri e psicologi, infatti dei circa 385 detenuti presenti nell’istituto di capanne, almeno il 40 per cento sono psichiatrici e con solo 2 medici psichiatri è praticamente impossibile seguire tutti i detenuti in maniera costante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*