Aperitivo “pedagogico” a Villa Montesca, storia, leggenda e progetti

Aperitivo “pedagogico” a Villa Montesca, storia, leggenda e progetti

Aperitivo “pedagogico” a Villa Montesca, storia, leggenda e progetti

Aperitivo “pedagogico” a Villa Montesca, fra storia, leggenda e progetti culturali innovativi. Domani Lunedi 12 dicembre alle ore 15,30 visita guidata e poi una breve descrizione del progetto europeo al termine della quale la fondazione avrà il piacere di offrire agli ospiti un aperitivo pedagogico.

Un aperitivo pedagogico è il titolo di un’iniziativa della fondazione villa Montesca in occasione della presentazione dei risultati di un progetto internazionale che ha avuto come oggetto una proposta alla commissione europea di una nuova organizzazione delle scuole e un nuovo approccio alla gestione organizzativa degli istituti scolastici. Il presidente della fondazione Capecci riceverà gli ospiti presso villa Montesca che per l’occasione aprirà la propria biblioteca storica per una visita guidata.

La biblioteca storica di villa Montesca

La biblioteca storica di villa Montesca dei baroni Leopoldo e Alice Franchetti contiene circa 6000 volumi e carte e rappresenta un patrimonio inestimabile di studio culturale della Vita e dell’opera di Leopoldo ed Alice. I due baroni trascorrevano in questo luogo molte ore della giornata leggendo e discutendo i problemi dell’educazione e i problemi dell’unificazione nazionale ancora in corso.

La biblioteca è stata anche luogo di incontri eccellenti, personaggi che da tutte le parti del mondo venivano ospiti dei baroni sia per dare il loro contributo all’organizzazione della scuola rurale di Montesca e rovigliano, sia per contribuire alle varie iniziative politica di Leopoldo Franchetti in tema di sviluppo economico dell’ancora recente nazione italiana.

A testimonianza della grande vitalità culturale di villa Montesca come luogo di incontri eccezionali, ci sono libri Donati dagli ospiti quali oltre la celebre pedagogista Montessori, Sydney Sonnino, il poeta francese sabatier, l’attivista malwida von maynsubrg e tanti altri. I libri della biblioteca della Montesca testimoniano anche il grande impegno di Alice Franchetti per lo sviluppo del femminismo europeo allora agli albori che vide proprio in quei locali animate discussioni e progetti che furono la base cultural del nascente movimento di rivendicazione dei diritti femminili in Europa.

Lunedi 12 dicembre alle 15,30 appuntamento presso villa Montesca per la visita guidata e poi una breve descrizione del progetto europeo al termine della quale la fondazione avrà il piacere di offrire agli ospiti un aperitivo pedagogico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*