Unipegaso

Inaugurata a Fontivegge la nuova palestra targata Mc Fit

Si è svolta questa mattina a Fontivegge nei locali dell’ex Upim la cerimonia di inaugurazione

Inaugurata a Fontivegge la nuova palestra targata Mc Fit

PERUGIA – Si è svolta questa mattina a Fontivegge nei locali dell’ex Upim la cerimonia di inaugurazione della nuova palestra targata Mc Fit. Si tratta – ha spiegato il responsabile marketing Luca Torresan – del 27° centro in Italia, il 250° in Europa dove l’azienda è presente in sei paesi (entro breve tempo saliranno a 10). Tantissimi, oltre 1,5 milioni, gli abbonati. La nuova palestra perugina sarà aperta gratuitamente per tutti i cittadini da domani, 13 al 22 ottobre, per un periodo di prova. Poi dal 22 ottobre via alla campagna abbonamenti ad un costo di 23,90 euro al mese.

L’abbonamento consente di allenarsi in qualsiasi centro Mc Fit d’Europa e non solo in quello in cui si è iscritti.

Quella di Perugia – ha tenuto a chiarire il country manager Samuele Frosio – rappresenta per Mc Fit una grande sfida ed opportunità: “Perugia è una città bellissima che unisce suggestioni medievali a spazi innovativi. In questo contesto il luogo che ci ospita è molto particolare, perché è una fetta di storia della città; purtroppo nel tempo i progetti di valorizzazione sono rimasti sospesi e Fontivegge ha bisogno di tornare a nuova vita”.

Quando Mc Fit ha visitato l’immobile – ha continuato Frosio – ha capito che non sarebbe stata solo la sede di un centro fitness, ma un luogo di aggregazione con l’obiettivo di rivitalizzare un’area cui si vuole dare una vera e propria svolta.

Dunque Mc Fit ha tutta l’intenzione di vincere la sfida lanciata come peraltro è accaduto in altre città italiane, forse anche grazie ai prezzi “popolari” che la palestra offre, proponendosi come la palestra adatta a tutti.

All’inaugurazione di oggi hanno partecipato, nelle prima parte, gli assessori Cristiana Casaioli ed Emanuele Prisco. “Quando ci è stata prospettata questa ipotesi – ha confermato Prisco – abbiamo cercato di costruire insieme un percorso positivo per la città. Come noto questa è la zona in cui abbiamo deciso di investire tanto perché è funzionale, servitissima, ma allo stesso tempo alle prese da tempo con problemi derivanti da scelte scellerate del passato”. Secondo l’assessore nell’area si sta finalmente innescando un positivo processo di riqualificazione grazie all’approdo di nuove attività commerciali e grazie all’avvio di progetti voluti dall’Amministrazione, come ad esempio il coworking. Si tratta di una progettualità complessa, a 360 gradi, che punta a riempire gli spazi, vuoti da tempo, di contenuti reali onde riportare nell’area forze positive e cacciando così il degrado.

“Ringraziamo Mc Fit per aver deciso di investire qui attraverso una riqualificazione dell’immobile che apprezziamo molto. L’auspicio è che presto questa possa trasformarsi in una scommessa vinta. Per il resto dobbiamo guardare con fiducia a questa parte della città nella quale dopo anni di buio si comincia ad intravedere la luce in fondo al tunnel. Ora serve che anche altri seguano l’esempio lanciato da Mc Fit”.

Testimonial d’eccezione dell’inaugurazione è stato Marco Materazzi, ex calciatore di Perugia ed Inter nonché campione del mondo con la Nazionale italiana. “Da perugino d’adozione – ha detto – mi sento di ringraziare Mc Fit per aver scelto di operare in questa città ed, in particolare, in questa area che finalmente oggi sta ricominciando a vivere dopo anni difficili. Da imprenditore, invece, ho particolarmente apprezzato questo progetto sposandolo in pieno”.

Nel corso della mattinata ha portato il proprio saluto anche il sindaco Andrea Romizi. “Il cammino per Fontivegge e Bellocchio – ha tenuto a precisare – è lungo, ma la strada intrapresa è quella giusta. Ci sono visioni di una pubblica amministrazione che, mano a mano, vengono condivise da soggetti privati. Alcuni di essi decidono di rimanere ed investire in questa zona, altri, addirittura, scelgono di insediarsi ex novo in un’area sul cui potenziale non ho mai dubitato”.

Certamente – ha concluso il sindaco – si tratta di un’area che richiede attenzione, sforzi ed impegno, nonché la capacità di guardare oltre”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*