Leonelli, il Pd Umbria prepara l’agenda politica d’autunno

Sul tavolo della segreteria regionale Festa de L'Unità, conferenza organizzativa, assemblea programmatica

Leonelli, il Pd Umbria prepara l'agenda politica d'autunno

Leonelli, il Pd Umbria prepara l’agenda politica d’autunno

PERUGIA – Un primo incontro, nella scorsa settimana, per mettere in fila priorità, progetti e cose da fare; un aggiornamento, nei prossimi giorni, per sviluppare riflessione e iniziativa politica. La segreteria regionale è al lavoro, in queste ore, per preparare un autunno impegnativo e per approfondire le tematiche più stringenti dell’agenda politica regionale, a cominciare dalla situazione politica di Terni, dove “è stato opportuno – ha sottolineato il segretario regionale Giacomo Leonelli – aprire una riflessione franca e al riparo da strumentalità o scorciatoie.

Proprio per questo è stata convocata la riunione dei rappresentanti apicali del partito e delle istituzioni per condividere spunti e valutazioni sulla strada da percorrere per il bene delle istituzioni che rappresentiamo, della città e dei cittadini, il cui interesse è sempre venuto e sempre verrà prima degli interessi personali di ciascuno di noi. È, appunto, con l’obiettivo di scongiurare gli effetti nefasti di dimissioni immediate del sindaco (riduzione dei servizi, aumento della tassazione, impossibilità di contrarre nuovi mutui) che si è unanimemente ribadito il sostegno a Di Girolamo nel ricorso contro la bocciatura del piano di riequilibrio e nella valutazione rispetto all’apertura di una fase nuova per la città all’esito di questo percorso”.

Priorità, nelle prossime settimane, sarà data all’organizzazione della Festa de L’Unità regionale, che si svolgerà a settembre nel centro storico di Castiglione del Lago e che farà da cornice ad appuntamenti cruciali per il futuro del Partito Democratico regionale; la Festa, infatti, ospiterà, nei due week end in cui sarà articolata, la scuola di formazione intitolata a Edoardo Gobbini, l’assemblea programmatica sullo stato di attuazione del programma e sui progetti per la crescita e lo sviluppo dell’Umbria del Partito Democratico e la conferenza organizzativa, per capire come mettere a punto gli strumenti a disposizione dei vari livelli per garantire un’attività presente, capillare, utile.

“Vogliamo costruire appuntamenti di spessore – ha detto Leonelli – con momenti di riflessione su quello che abbiamo fatto e che c’è da fare per l’Umbria, su quello che c’è da correggere e quello che c’è da valorizzare, e di iniziativa rispetto ai temi da mettere in campo per il futuro, dal rilancio di un nuovo modello di sviluppo centrato sulla bellezza e la qualità al lavoro, dalla lotta alle povertà alla sostenibilità, dall’economia circolare come leva per la crescita al terremoto e alla ricostruzione.

Ci sarà modo di discutere e confrontarci – inoltre – su una visione per l’Umbria che verrà e su un progetto da sviluppare e adottare per rispondere alle mutate esigenze delle comunità che governiamo. Parleremo anche del modello organizzativo che vogliamo dare al Pd per essere coerenti con le scelte che facciamo e per fare politica di qualità attraverso strumenti di radicamento, partecipazione, formazione”. Ci sarà poi il necessario spazio per una valutazione dell’attuazione del programma della Regione, attraverso tavoli tematici di lavoro.

Il tutto senza perdere la tradizione delle Feste de l’Unità, che sono anche proposta culturale, musica, ballo, buona cucina, vetrina per i prodotti tipici del territorio. “Costruiremo, anche con l’ausilio dei dipartimenti, un programma di qualità – assicura Leonelli – che metta sul palco ospiti di valore e temi centrali per il Paese e per l’Umbria”.

C’è, infine, il tema dei congressi, previsti in autunno e da svolgersi entro la fine di ottobre. Congressi necessari e urgenti, come ha più volte sottolineato il segretario, “per ridare slancio all’attività politica sui territori e prepararsi ad affrontare adeguatamente gli appuntamenti che ci attendono, a partire dalle scadenze elettorali che ci vedranno impegnati a breve nelle politiche e, nel 2019, in una tornata amministrativa che porterà alle urne quasi tutte le più grandi città dell’Umbria. Questo è vero in particolare in quelle realtà dove negli ultimi mesi si sono registrate difficoltà anche importanti, dove l’iniziativa politica è stata debole o quasi assente.

Proprio per questi motivi, in attesa di indicazioni da parte del nazionale, la Segreteria Regionale aveva dato il via libera a un regolamento ad hoc per l’anticipazione dei congressi nelle realtà dove il Pd ha faticato di più negli ultimi tempi e proprio per questo, oggi, sarà attento ad accompagnare questa fase con l’obiettivo di rafforzare il Pd e la sua presenza sul territorio.

Il Pd regionale dovrà occuparsi, tra le altre cose, di mettere a punto il regolamento – ha spiegato Leonelli – secondo alcune linee guida definite dal nazionale e su questo siamo chiamati, a stretto giro, a un dovuto approfondimento”. A margine della segreteria è stato comunicato dal segretario che a partire dalla prossima convocazione prenderanno parte alle riunioni dell’esecutivo Maurizio Terzino (in qualità di portavoce), Paolo Polinori (come coordinatore dell’assemblea  programmatica) e Nicola Mariuccini (come coordinatore dei dipartimenti).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*