Fumo giallo Ast Terni, la foresta che avanza chiede maggiore vigilanza

Fumo giallo Ast Terni, la foresta che avanza chiede maggiore vigilanza

Fumo giallo Ast Terni, la foresta che avanza chiede maggiore vigilanza La Foresta che Avanza, in relazione alla fuoriuscita di fumo giallo dall’interno degli stabilimenti AST che domenica pomeriggio ha allarmato tutta la città, intende comprendere meglio le motivazioni del grave episodio accaduto.

Visti i recenti dati allarmanti sull’inquinamento dell’aria nella conca ternana e della contaminazione delle falde acquifere sotto al sito produttivo dell’acciaieria, viene naturale chiedersi se ciò che è accaduto sia il risultato di una spasmodica corsa contro il tempo per aumentare i livelli produttivi aziendali  o un eventuale anomalia delle macchine.

L’episodio della fuoriuscita del fumo giallo ha generato un giustificato senso di paura fra i cittadini ed ha sollevato dei dubbi sull’attuazione delle norme di sicurezza all’interno dell’Acciaieria. La Foresta che Avanza chiede pertanto al Sindaco ed alla Giunta comunale, insieme a tutti gli organi preposti di controllo, di verificare le eventuali criticità e problematiche verificatesi nel pomeriggio di domenica scorsa: Terni non può sopportare ulteriori violazioni sulla sicurezza ambientale che mettano a repentaglio la salute dei propri cittadini e dei lavoratori dell’AST.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
25 − 4 =