Famiglie allo stremo, Comune di Terni si attivi per pagare gli affitti

 
Chiama o scrivi in redazione


Sostegno affitti, con il decreto rilancio altri 2 milioni e mezzo per l’Umbria
Foto di mastersenaiper da Pixabay

Famiglie allo stremo, Comune di Terni si attivi per pagare gli affitti

Il capogruppo di Terni Civica, Michele Rossi ha presentato un atto di indirizzo che chiede a sindaco e giunta di attivarsi nei confronti della regione dell’Umbria affinché venga istituito un “fondo straordinario per il sostegno alla locazione 2020”.

Questo strumento dovrebbe essere  un aiuto economico destinato prioritariamente alle famiglie “che per motivi indipendenti dalla loro volontà e per colpa del lockdown non riescono a pagare il canone di affitto della casa ma se sarà possibile includendo nelle stesso fondo o istituendone un altro destinato alle imprese regionali che non riescono a pagare il canone dei locali dove svolgono la propria attività imprenditoriale”.

Michele Rossi evidenzia la necessità che l’amministrazione comunale si faccia  promotrice con la giunta regionale perché  si impegni ad attivare misure di sostegno urgenti e straordinarie a  favore dei comuni in considerazione della grave crisi economica e sociale che si configura soprattutto per le famiglie più deboli ed esposte al pericolo di non poter garantire la propria sussistenza (per spese quali utenze, mutui, beni di prima necessità, ecc). In particolare per chi ad oggi, a seguito dell’emergenza sanitaria, è in difficoltà nel pagamento del canone di affitto della casa.

“Molteplici – scrive il capogruppo di Terni Civica – sono le difficoltà economiche delle famiglie più fragili che in questi mesi dovranno comunque far fronte alle spese fisse mensili, per questo risulta importante intraprendere nuove azioni per rispondere alle tante esigenze anche attraverso  dei bonus utenze, bonus per le rette del mutuo e un ampliamento del fondo inerente al bonus alimentare”.

Rossi rileva, in merito ai fondi regionali già attivi sul fronte della locazione, che a quello destinato al sostegno degli inquilini vittime di morosità incolpevole “si può accedere solo nella situazione di sfratto per morosità convalidato e quindi per questo risulta a oggi poco utilizzato”, mentre per il fondo per il sostegno alla locazione previsto dall’art. 11 legge 431/98  “l’ultimo bando risale al 2016”.

Inoltre il consigliere richiede che qualora a conclusione della procedura dell’avviso per la gestione delle risorse governative destinate all’emergenza alimentare per Covid -19 (buoni spesa) si ravveda la necessità di dover soddisfare le richieste che rimarranno inevase per indisponibilità economica si richieda alla Regione dell’Umbria il trasferimento all’ente comunale delle risorse economiche utili a questa finalità.

Foto di mastersenaiper da Pixabay

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*