Santopadre rivernicia la facciata del club e prepara un management nuovo di zecca

 
Chiama o scrivi in redazione


Santopadre rivernicia la facciata del club e prepara un management nuovo di zecca

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – É cominciata la stagione dei saldi. Massimiliano Santopadre, dopo il crollo dalla B alla C, ha deciso di cambiare il management del Perugia, forse per mandare un messaggio subliminale e che cioè gli errori non sono stati commessi dal reduce io, ma dai suoi ciambellani e generali. Così dopo il distacco (non ancora ufficializzato) da Roberto Goretti che ha consentito al club di introitare numerose plusvalenze in questi anni (25 giocatori passati per l’Umbria militano in serie A e cinque sono finiti nel giro della Nazionale), ecco l’addio con l’allenatore Massimo Oddo, per risoluzione consensuale del contratto, con tanto di notizia pubblicata con un post sul sito del club mentre si profilano due altri rapporti rotti: uno con il direttore sportivo Marcello Pizzimenti, l’altro con il direttore generale Mario Lucarini.

Nell’agenda del patron i nomi dei vari candidati sono stilati già da ore: per il ruolo di allenatore si pensa come prima scelta a Fabio Caserta (libero dopo l’esperienza con la Juve Stabia); per il ruolo di ds i profili sono quelli di Ciro Polito (ha appena finito di lavorare con le “vespe” campane), Luca Nember (ex Trapani), Marco Giannetti (proveniente dal Frosinone). Il papabile alla direzione generale é invece l’ex capitano biancorosso Gianluca Comotto, ora Capo scouting della Fiorentina.

Basteranno queste mosse al presidente per ingraziarsi il tifo perugino? Al momento l’impresa appare titanica. Proprio nelle ore in cui maturavano gli addii di Goretti e di Oddo gli ultrà della Curva Nord hanno fatto conoscere ancora una volta il loro pensiero con uno striscione che contiene una sola parola: “Vattene”.

A metà pomeriggio si è presentato a Pian di di Massiano, Gianluca Comotto, proprio mentre il Perugia con una nota annunciava, in maniera ufficiale, la risoluzione consensuale del contratto di Goretti e da Pizzimenti. “Sotto la loro gestione tecnica, grazie alla loro professionalità, il Perugia – riporta il post – ha ottenuto importanti successi come la vittoria del campionato di Lega Pro prima divisione, la Supercoppa di Lega Pro e i 4 playoff raggiunti nel campionato cadetto. Santopadre ha aggiunto un suo pensiero: “Cari Roberto e Marcello, il calcio ci ha portato ad un destino crudele ma nulla potrà mai far venire meno la grandissima stima umana e professionale che nutro per voi! Le parole potrebbero essere tante di più ma noi porteremo sempre dentro il periodo trascorso insieme. Vi auguro le migliori fortune per il prosieguo della vostra carriera”.Per Comotto sarebbe pronto l’ufficio di direttore generale della società, ruolo svolto negli ultimi anni da Mario Lucarini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*