Presidio a Perugia, lo sport merita rispetto, è benessere, salute, socialità 🔴📸 FOTO E VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Presidio a Perugia, lo sport merita rispetto, è benessere, salute, socialità

Lo sport continua a farsi sentire. “Non è possibile cancellare quanto è successo, le profonde ferite che lo sport ha patito e ancora patirà con aperture controllate, ristori in ritardo e insufficienti, azioni governative fino ad oggi certo non soddisfacenti per associazioni, società e strutture”. E’ quanto scrive l’Asi Nazionale, Associazioni Sportive e Sociali Italiane, che sabato 17 aprile ha manifestato in tutta Italia, anche in Umbria.

Il Comitato regionale ASI UMBRIA a Perugia ha organizzato un presidio in Piazza Italia per manifestare sostegno al mondo dello sport, nel momento più buio della sua storia nel protrarsi dell’emergenza Coronavirus che dura ormai da oltre un anno. Tra i promotori dell’evento l’Assessore allo sport del Comune di Terni Elena Proietti, il Presidente del Comitato regionale ASI UMBRIA Umberto Martella, il Consigliere Jean Cicchi, il responsabile per il terzo settore Edoardo Lucidi, il Presidente del Comitato provinciale ASI PERUGIA Andrea Alunni ed il responsabile di progetto Gianni Parrini. Era presente anche il presidente dell’Asi Nazionale, Claudio Barbaro. Non è mancata l’assessore allo sport del comune di Perugia, Clara Pastorelli.

“Abbiamo battagliato chiedendo rispetto per lo sport che è benessere, salute, socialità” – è stato detto -. Manifestazioni e flash mob, tutti con quella frase che sta comparendo in ogni luogo d’Italia: “Lo sport merita rispetto”.

Servizio video fotografico di Tommy Benedetti




 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*