In vasca alla soglia di novanta anni per battere i record

Quattro atleti della Polisportiva Garden di Rimini

In vasca alla soglia di novanta anni per battere i record

In vasca alla soglia di novanta anni per battere i record

In piscina alla soglia – Quattro straordinari nuotatori della Polisportiva Garden di Rimini hanno raggiunto un incredibile traguardo nel corso del XXXVII Meeting Internazionale Masters Italo Galluzzi, tenutosi presso le piscine comunali di Città di Castello. La squadra, composta da Ermete Caleri (67 anni), Pierfranco Agrestini (84 anni), Giuseppe Fantini (85 anni) e Filiberto Bonduà (89 anni), ha stabilito il nuovo primato italiano nella staffetta 4×100 mista M320, nonostante l’età avanzata degli atleti.

L’evento ha attirato oltre 500 partecipanti da tutto il centro Italia, rappresentanti di settanta società sportive, e ha visto i “quattro moschettieri” di Rimini eccellere in una disciplina estremamente impegnativa. Caleri ha aperto la staffetta con lo stile dorso, seguito da Agrestini a rana, Fantini a delfino e infine Bonduà a stile libero. La loro performance non solo ha definito il record nazionale, ma ha suscitato l’interesse degli organizzatori, i Nuotatori Tifernati Polisport, che stanno verificando se si tratti anche di un record europeo o mondiale attraverso la Federazione Italiana Nuoto.

La manifestazione ha celebrato lo sport come veicolo di salute e vitalità, dimostrando che con passione e dedizione si possono raggiungere traguardi straordinari a qualsiasi età. Filiberto Bonduà, ex macchinista di treni, e Giuseppe Fantini, ex controllore di volo, condividono una lunga amicizia e una passione per lo sport che li ha portati a diventare icone del nuoto master. Nonostante la loro età, continuano ad allenarsi quotidianamente in piscina e in palestra, mantenendo uno stile di vita sano e attivo.

Il direttore sportivo della Polisportiva Garden, Fabio Bernardi, elogia il gruppo per la loro dedizione e capacità di ispirare sia i giovani che i loro coetanei. “Sono un esempio di longevità sportiva e dimostrano che avere un obiettivo, anche apparentemente irraggiungibile, può essere una motivazione straordinaria”, ha dichiarato Bernardi.

I risultati ottenuti dai “Magnifici 4” non sono nuovi nel panorama delle competizioni nazionali e internazionali. Hanno già conquistato medaglie ai campionati europei e mondiali, con prestazioni che li hanno visti protagonisti in molte competizioni di alto livello. Nel 2019, hanno ottenuto il primato europeo nella staffetta 4×200 stile libero M320, superando la squadra spagnola con ampio margine. Recentemente, agli Europei di Madeira 2023 e ai Mondiali Master di Doha 2024, hanno aggiunto ulteriori medaglie al loro palmarès.

La città di Città di Castello, teatro di questa impresa, è stata definita come una vera e propria capitale dello sport, con oltre 14.000 praticanti su 39.000 abitanti. Gli impianti natatori, destinati a un’importante ristrutturazione finanziata dalla Regione Umbria e dal Comune, testimoniano l’importanza dello sport nella comunità locale.

Valentino Cerrotti e Francesco Serafini, rappresentanti dei Nuotatori Tifernati, hanno espresso grande soddisfazione per la riuscita dell’evento e per l’esempio fornito dai partecipanti più anziani, che con la loro energia e passione dimostrano come lo sport possa essere un ponte tra generazioni.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche il sindaco di Città di Castello, Luca Secondi, e l’assessore allo Sport, Riccardo Carletti, che hanno celebrato i nuotatori della Polisportiva Garden con un caloroso invito a un gemellaggio sportivo tra le due città.

Questa impresa straordinaria non solo arricchisce il panorama del nuoto master italiano, ma lancia un messaggio universale sull’importanza dello sport come strumento di benessere e di crescita personale, indipendentemente dall’età.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*