Il Perugia perde contro il Frosinone, zero a uno, sarcastico commento di Cosmi 


Scrivi in redazione

Il Perugia perde contro il Frosinone, zero a uno, sarcastico commento di Cosmi 

Il Perugia perde contro il Frosinone, zero a uno, sarcastico commento di Cosmi

di Elio Clero Bertoldi
FROSINONE – Ciociaria amara per il Grifo di Cosmi che scivola sulla terza sconfitta della sua gestione. Per Nesta quarta vittoria di fila (sempre per 1-0) e aggancio allo Spezia al secondo posto (a quota 40). Certo in questa giornata la caduta dei biancorossi é meno angosciante perché la squadra ha risposto almeno sul piano del carattere. Ma ora la squadra umbra, é staccata di due punti dalla zona play off (a 33 punti) e sopravanza la zona play out di 5 lunghezze. Nulla, ovviamente, é perduto ma il distacco dalle posizioni migliori si allunga.
Resta comunque un aspetto non secondario: la squadra ha tenuto botta, nella sostanza, ai ciociari. Quello che manca? Una manovra più veloce, uno spunto vincente in area, un pizzico di fantasia in più.  I numeri dicono che il Perugia é stato in vantaggio nel possesso palla (59% contro il 41%) ed anche nella precisione nei passaggi (pur avendone sbagliati troppi).
Si schierano a specchio, laziali e umbri. Nesta accusa molte assenze, ma la sua squadra resta sempre competitiva e carica di entusiasmo per il risultati conquistati. Risponde Cosmi che sollecita “coraggio” ai suoi e si affida ai rientri di Carraro e Kouan e con Falcinelli a fianco di Iemmello.

Il primo affondo lo portano i padroni di casa con un volo di testa di Krajnc a lato mentre l’immediata risposta la lancia Iemmello con una rasoiata incrociata, sul fondo. Le due squadre si rispettano e nessuna delle due, nella prima fase, mette in difficoltà i portieri avversari. neanche quando il Perugia comincia a tenere il pallino del gioco. Sia gli uni che gli altri perdono molti palloni per errori di misura nei passaggi. Segno di poca tranquillità.


Due gialloblu si beccano il giallo: Ciano per una simulazione in area ed il suo sostituto Novakovich (l’uscente si é infortunato da solo al ginocchio calciando una punizione) per un brutto fallo su Angella (un gigante, in area).
Falcinelli, sempre genetoso e dinamico, poco dopo la mezz’ora, costruisce una ficcante occasione, ma il direttore di gara lo coglie in fuorigioco.

All’intervallo le due squadre sono pari nel punteggio e nella sostanza. Nel Perugia oltre Angella, buone le prestazioni di Kouan e Nzita. Sul fronte opposto,tra i più brillanti, Andrea Beghetto, non solo figlio di un grifone molto amato, Massimo, ma anche di una mamma perugina e nato nel capoluogo umbro.


In avvio ripresa é il Perugia che regge il gioco con una scambio Falcinelli-Iemmello in area poi vanificato dall’intervento di un difensore di casa. All’8′ brutto infortunio per Gyombér (si tocca il ginocchio destro ed esce in barella ed in lacrime), sostituito da Rajkovic.

Si sveglia Novakovich al 12′: si crea uno spazio in orizzontale partendo da sinistra e dal limite dell’aria, al centro, scaglia un gran tiro: Vicario si oppone con bella padronanza.


La porta laziale, invece, viene salvata, sugli sviluppi di un angolo da Novakovich che si oppone col petto ad una incornata di Falcinelli. Vicario mette in angolo un pallone. Poi l’azione del vantaggio frusinate: ancora il portiere umbro respinge una incornata di Novakovich, ma sul pallone si avventa Rohden in semi girata gonfia la rete col destro. Rajkovic dalla distanza conclude con un potente sinistro: a lato. Cosmi manda dentro anche Buonaiuto (dopo Capone che ha rilevato Falcinelli) per rimontare.


Iemmello ci prova, invano. Al 90′ ancora Mazzocchi mette un preciso cross al centro: il colpo di testa di Carraro finisce alto.

L’assalto finale dei biancorossi non produce alcunché.

“Abbiamo fatto una impresa per perderla e ci siamo riusciti – scandisce un sarcastico Cosmi – É un andazzo che bisogna interrompere subito. Siamonstati, meritatamente, puniti.”


Frosinone-Perugia 1-0
FROSINONE (3-5-2): Bardi; Szymiski, Ariaudo, Krajnc; Salvi, Rohden, Maiello (37′ st Vitale), Haas, Beghetto (22′ st D’Elia); Citro, Ciano (32′ pt Novakovich). A disp.: Bastianello, Apuano, Dionisi, Iacobucci, Luciani, Tribuzzi, Vitale, Zampano. All.: Nesta.
PERUGIA (3-5-2): Vicario; Rosi, Angella, Gyombér (8′ st Rajkovic); Mazzocchi, Falzerano, Kouan (30′ st Buonaiuto), Carraro, Nzita; Iemmello, Falcinelli (23′ st Capone). A disp.: Fulignati, Albertoni, Benzar, Di Chiara, Dragomir, Greco, Melchiorri, Nicolussi, Sgarbi. All.: Cosmi.
ARBITRO: Marinelli
MARCATORE: 21′ st Rohden (F)
AMMONITI: Ciano (F), Novakovich (F), Rohden (F).
NOTE: Spettatori np (400 i tifosi biancorossi). Ang.: 8-2 per il Frosinone. Rec.: 2′ pt, 6′ st.
sent by Note9 /DirUjcom

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*