Grifonissima 2021, Loitanyang Simon Kibet taglia il traguardo, Silvia Tamburi prima donna 📸🔴 FOTO E VIDEO

Grifonissima 2021, Loitanyang Simon Kibet taglia il traguardo, Silvia Tamburi prima donna

Loitanyang Simon Kibet e Silvia Tamburi sono rispettivamente il primo vincitore e la prima vincitrice del maschile e del femminile della Grifonissima 2021, organizzata dal UniCredit Circolo Umbria. Il keniano Loitanyang Simon Kibet della TX Fitness S.S.D. ARL, pettorale numero 1, ha vinto con 32’36” minuti, seguito da Marco Melchiorri (33’06”) e Alessandro Terranova (33’07”), mentre per le donne, ad aggiudicarsi questa edizione 2021 della Grifonissima è stata Silvia Tamburi con 38’09”, davanti a Paola Garinei (40’36”) e Federica Poesini (41’09”).

Partenza da Corso Vannucci all’altezza della banca Unicredit, con arrivo al Santa Giuliana dopo aver percorso Viale Indipendenza, Via L. Masi, Via G. Marconi, Via XIV Settembre, Via Ripa di Meana, Viale San Domenico, Via B. Bonfigli, Porta S. Costanzo, Viale Roma, Via G. Marconi, Via XIV Settembre, Porta Pesa, Via Pinturicchio, P.zza Fortebraccio, Corso Garibaldi, Via Zeffirino Faina, Via F. Innamorati , Via A. Vecchi, Rotonda dell’Elce, Viale O. Antinori, Porta Conca, Viale P. Pellini, Porta Eburnea, Via F. di Lorenzo, Via B. Orsini, Via Cacciatori delle Alpi. Al dare il via al primo gruppo è stata l’assessore allo sport del comune di Perugia, Clara Pastorelli. Il secondo sparo ès tato fatto da Sergio Cenci, il papà di Leonardo.

Edizione ridotta
Quella del 2021 è stata la 40esima edizione della manifestazione podistica Grifonissima, nel suo 41esimo anno di vita, dopo l’interruzione di un anno nel 2020 a causa della Pandemia. Una edizione “simbolica” ed in formato ridotto, ma dai forti significati di speranza e di ripresa per l’Umbria e per il mondo dello sport!!

La manifestazione è stata limitata alla sola sezione agonistica con la partecipazione esclusivamente di atleti tesserati (a numero chiuso) e personale di servizio identificato e tracciato (giudici, cronometristi, sicurezza, service, volontari, sanitari, ecc…) secondo il protocollo previsto dalla FIDAL e secondo le normative comunali, regionali e nazionali. 500 persone in totale di cui 134 Donne, 366 uomini, 70 squadre rappresentate di cui le prime 10 rappresentano il 73% del totale partecipanti. Di Foligno la squadra più rappresentativa. Perugia, frazionata in molte squadre con più di 250 atleti.

Tra gli uomini la categoria più rappresentata è stata quella tra 50 e 55 anni con 75 atleti iscritti, seguita dalla categoria tra 45 e 50 anni con 73 e quindi la categoria tra 40e 45 con 52 partecipanti. Stessa situazione per le donne dove la categoria leader è stata quella tra 45 e 50 anni con 38 iscritte seguita dalle over 50 con 27 partecipanti.

Molte ed impegnative le disposizioni anticovid previste dal protocollo Fidal ed obbligatorie. Obbligatorio l’uso della mascherina in partenza e per i primi 500 metri. La stessa doveva essere tenuta al braccio ed utilizzata dopo l’arrivo.

Alla partenza gli atleti andranno sono andati a posizionarsi all’interno di griglie di partenza separate. Le singole posizioni erano segnalate a terra con punti adesivi e distanziate 1 metro l’uno dall’altro. Nella prima griglia si sono posizionati gli atleti dal pettorale 1 al pettorale 250; nella seconda griglia gli atleti da 251 a 500. Prima dell’ingresso nelle griglie di partenza gli atleti si sono sottoposti al rilevamento della temperatura nel gazebo Avanti Tutta. Una volta verificata è stato consegnato un braccialetto “Avanti Tutta”, segno di riconoscimento che ha consentito di entrare nella griglia.

“La Grifonissima ha rappresentato un importante segnale di rinascita per tutto il mondo dello sport – ha sottolineato l’assessore alla Sport del Comune di Perugia Clara Pastorelli, che ha dato il via alla competizione – nel rinnovo di una tradizione cittadina, che anche se con un format diverso dal solito, non poteva mancare per il 40esimo anniversario. Proprio nella consapevolezza dell’importanza della prima gara podistica cittadina e della necessità di un rilancio dello sport, dopo tanto tempo di fermo -ha aggiunto – il Comune ha voluto contribuire concedendo gratuitamente il Santa Giuliana per l’occasione”.

L’assessore Pastorelli ha, quindi, ringraziato il presidente Gianluca Pisello, tutto lo staff del Circolo Dipendenti Unicredit per l’impegnò profuso, anche quest’anno, nell’organizzazione della gara in totale sicurezza e agli sponsor che lo hanno reso possibile. In particolare, ha tenuto a sottolineare che anche questa 40esima edizione si è tenuta nel ricordo di Leo Cenci, in collaborazione con l’associazione da lui fondata, Avanti Tutta, oggi portata avanti dal fratello Federico e dal padre Sergio.






 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*