Ascoli-Perugia, i grifoni cominciano da corsari, primo gol di Nicolussi Caviglia

 
Chiama o scrivi in redazione


Ascoli-Perugia, i grifoni cominciano da corsari, primo gol di Nicolussi Caviglia
ph Roberto Settonce

Ascoli-Perugia, i grifoni cominciano da corsari, primo gol di Nicolussi Caviglia

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Splendida (e meritata) vittoria del Perugia ad Ascoli, caduto in casa due volte in pochi giorni. La squadra di Cosmi compie un bel salto in avanti in classifica (quota 39, decimo posto), grazie al primo gol in B di Nicolussi Caviglia. Gli umbri hanno messo in mostra una squadra compatta e convinta con una difesa impenetrabile, un buon centrocampo ed un attacco dinamico nel quale hanno trovato spazio tutti gli attaccanti della rosa (ad eccezione di Capone).

La novità di Cosmi riguarda soprattutto “Re Pietro” relegato in panchina. Il capocannoniere del torneo (17 reti). In attacco giocano Falcinelli (recuperato dopo il trauma, doloroso, alla schiena, di venerdì) e Buonaiuto. Altre scelte: Sgarbi preferito a Gyombér in difesa e Falzerano, quale mezzala destra, per Kouan. Come dire: il Perugia punta sulla corsa, sulla fisicità, sulla voglia di primeggiare.

Abascal cambia ancora di più: sei cambi rispetto alla sconfitta interna con la Cremonese. In particolare in regia si punta su Troiani e in avanti su Scamacca (per Trotta). Gravillon si accomoda in panchina.

Attaccano subito i biancorossi che conquistano tre calci d’angolo, ma al decimo i bianconeri entrano pericolosamente in area perugina: salva Angella. Due minuti dopo clamorosa occasione per gli ospiti: servito libero, in area a sinistra, Di Chiara che avrebbe spazio per concluderee a rete ma decide di metter in mezzo: Falcinelli è troppo avanti, Buonaiuto troppo dietro e l’azione sfuma. Schiuma rabbia Cosmi. Al 20’ sfruttando un errore difensivo umbro, Ninkovic batte, con un destro a giro, dalla sinistra: Vicario si salva in angolo.

Il Perugia tiene il gioco con una certa tranquillità ma nell’ultima parte del primo tempo l’Ascoli va vicino al gol con Morosini (a lato) e soprattutto, su assist di Andreoni, con Sernicola (alto) dal centro dell’area. Elegante, al 43’, un tiro incrociato di Falzerano, imbeccato da Mazzocchi, appena sopra la traversa.

Clamoroso errore, in avvio di ripresa, di Nicolussi Caviglia su una palla ghiottissima servitagli, dopo un sombrero, da Buonaiuto. Dopo,un colpo di testa di Andreoni sugli sviluppi di un calcio d’angolo, altra occasione per Falcinelli di testa.

Cosmi richiama Buonaiuto, colpito duro, sostituendolo con Iemmello, mentre Abascal risponde cambiando il regista: Eramo per Troiano. Fantastica l’azione con la quale i grifoni passano in vantaggio al 26’: Mazzocchi serve Iemmello che, dal primo palo alza sul secondo dove arriva in corsa ed incorna a rete. Abascal mischia le carte: richiama Ninkovic e manda in campo Trotta. Scamacca ha una chance ma il suo tiro incrociato sfiora il secondo palo e finisce sul fondo. Replica il Perugia con un colpo di testa di Iemmello che colpisce la base del secondo palo. potrebbe raddoppiare il Perugia, ma il guardalinee sbandiera un fuorigioco, che non c’era, a Iemmello.

Ascoli-Perugia 0-0
Ascoli (4-3-3): Leali; Andreoni, Brosco (28’ St. Gravillon), Ranieri, Sernicola; Cavion, Troiano (13’ st Eramo), Brlek; Morosini, Scamacca (37’ st d’Agostino), Ninkovic (28’ St. Trotta). A disp.: Marchegiani, Valentini, Ferigra, Petrucci, Maurizi, Matos, Intinacelli, Costa Pinto. All.: Abascal.
Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Angella, Sgarbi; Mazzocchi (35’ st Benzar), Falzerano (44’ st Kouan), Carraro, Nicolussi Caviglia, Di Chiara; Buonaiuto (9’ st Iemmello), Falcinelli (35’ St. Melchiorri). A disp.: Fulignati, Nzita, Dragomir, Konate, Falasco, Kouan, Capone, Gyomber. All.: Cosmi.
ARBITRO: Sacchi di Macerata.
Guardalinee: Muto-Ruggeri.
Quarto uomo: Camplone.
MARCATORE: Nicolussi Caviglia 26’ st.
ESPULSO:
AMMONITI: Brosco (A), Troiano (A), Buonaiuto (P), Leali (A), Rosi (P), Sernicola (A).
NOTE: Espulso il medico dell’Ascoli, Ligabue (offesa all’arbitro). Un minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus. Ang.: 2-5 per il Perugia. Rec.: 1’ pt, 5’ st.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*