Perugia Calcio, Fabio Caserta: “Con la Samb non è una amichevole”

 
Chiama o scrivi in redazione


Caserta vara un Perugia “guerriero” per conquistare i tre punti a Fermo

Perugia Calcio, Fabio Caserta: “Con la Samb non è una amichevole”

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Ha visto e rivisto le ultime gare della Samb, Fabio Caserta. E non si fida minimamente dei risultati che mostrano un cammino in picchiata degli avversari di domani sera (martedì alle 17.30 al Curi). Perchè il Perugia deve tenere il bel ritmo di punti conquistati in quest’ultimo periodo, cosa che gli ha permesso, e con due gare da recuperare, di riportarsi al secondo posto in classifica.

© Protetto da Copyright DMCA

“Dalla partita dell’andata, sia per noi, sia per loro (finì 1-1 con reti di Botta per loro e di Melchiorri per i biancorossi, nda) sono cambiate – rileva il tecnico metendo a fuoco il competitor di turno – molte cose: sistema di gioco, loro persino l’allenatore… Io non mi fermo ai risultati nel giudicare l’avversario. Cerco di analizzare in toto i vari aspetti e non mi sfuggono le qualità tecniche individuali e collettive dei marchigiani. Faticherà la Samb a far risultato, ma creea tanto. Nella gara con l’Imolese, per esempio, avrebbe potuto segnare 2-3 gol nei primi 20 minuti. Una volta passata in svantaggio per un errore individuale, la partita ha preso un altro indirizzo. Ma non é squadra da sottovalutare. Vedo per noi una partita molto, molto difficile. In cui serviranno da parte nostra grande concentrazione, attenzione e lo spirito giusto. E dico ai miei di dimenticare tutto quello che abbiamo fatto, nel bene e nel male”.

Se non si fida degli avversari, mostra invece una grande considerazione dei suoi giocatori. Dei quali sottolinea “l’intelligenza, esperienza, la dedizione al lavoro”.

”Dovremmo dar fondo – spiega – a qualità notevoli contro la Samb, perché la squadra che affrontiamo é di valore. Una squadra – rimarca – con mezzi importanti che sta attraversando momenti di difficoltà. Come é successo anche a noi nel passato. C’è da tenere in conto poi che gli avversari, contro di noi, daranno fondo a tutte le loro doti per rimettersi in carreggiata. Ma confido nella maturità dei miei ragazzi.”
Vano cercare di capire quale squadra manderà in campo Caserta, in questa circostanza.

”Sceglierò, come sempre, i più adatti al momento. No, senza pensare, assolutamente, alla partita di Padova del prossimo turno. Quella con la Samb – si accalora l’allenatore – non é una amichevole, ma un appuntamento che conta tantissimo. Ovviamente valuterò le condizioni dei miei, soprattutto di quelli più utilizzati. Come Burrai, che soffre di qualche fastidio e di Sgarbi che accusa doloretti alla caviglia; ma anche lo stato di forma di Melchiorri, di Falzerano, di Elia, che ha giocato tanto. Ho una rosa importante e sono convinto che i giocatori che sceglierò daranno il massimo…”

Contro il Modena i biancorossi hanno disputato una prova splendida, ma non sono mancate le pecche, a cominciare dai due rigori sbagliati. Bussa l’urgenza di un rigorista?

“I rigori si sbagliano. Ci sono buone possibilità di realizzarli, ma anche di fallirli. Ieri in una partita ne sono stati ”bruciati” ben 4: un record, credo. Da noi li hanno sbagliati in 4, su 10 penalty di cui abbiamo usufruito: Burrai, Moscati, Murano, Minesso… Se ci daranno un rigore a favore, decideremo al momento chi andrà sul dischetto”.

Scontata la squalifica a disposizione tornano anche Kouan e Crialese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*