Nasce la collaborazione tra l’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie e l’Avis Umbria

Nasce la collaborazione tra l’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie e l’Avis Umbria

Nasce la collaborazione tra l’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie e l’Avis Umbria

Collaborazione tra l’Ordine Tsrm Pstrp (Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Prevenzione e della Riabilitazione) di Perugia e Terni e l’Avis Umbria con l’obiettivo di coinvolgere sempre più persone e professionisti nella promozione dell’educazione alla salute, alla prevenzione e alla solidarietà.

L’Ordine professionale, guidato da Federico Pompei, ha incontrato nei giorni scorsi il vice presidente di Avis Umbria, Fabrizio Rasimelli, ed il presidente della sezione Perugia, Stefano Migliorati, nell’ottica di un protocollo d’intesa che vada a potenziare e rafforzare la donazione di sangue grazie al coinvolgimento dei 4mila professionisti sanitari afferenti all’Ordine.

“Si tratta di una collaborazione importante – sottolinea il presidente Pompei – che ha l’obiettivo di fare rete e favorire e promuovere sempre di più il messaggio che Avis ha da sempre lanciato e per mettere a disposizione altri 4mila professionisti sanitari in tutto il nostro territorio regionale”.

“Oggi nasce una nuova collaborazione tra l’Ordine Tsrm e Pstrp di Perugia e Terni e l’Avis Umbria – spiega il vice presidente Fabrizio Rasimelli – che mette a disposizione le proprie sedi territoriali per poter dare supporto operativo agli iscritti dell’Ordine per la donazione di sangue. Ringraziamo il presidente Federico Pompei che ha voluto suggellare questa collaborazione con una donazione di sangue al Servizio ImmunoTrasfusionale dell’Ospedale di Perugia e la dottoressa Arianna Antonini, vice presidente dell’Ordine che ha effettuato la donazione all’Ospedale di Terni, dove si è celebrata in contemporanea la firma del protocollo d’intesa. Una collaborazione che ci auguriamo porti ad avere tanti nuovi donatori per far fronte alla carenza di scorte di sangue”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*