#maiprimadite: associazioni e sindacati lanciano una raccolta firme

 
Chiama o scrivi in redazione


#maiprimadite: associazioni e sindacati lanciano una raccolta firme

#maiprimadite: associazioni e sindacati lanciano una raccolta firme

#maiprimadite: associazioni e sindacati lanciano una raccolta firme per garantire priorità nella vaccinazione a soggetti fragili “Siamo una rete di associazioni, gruppi, organizzazioni sindacali e di cittadinanza che vuole denunciare l’assenza di programmazione e la totale disorganizzazione della Regione Umbria con riferimento al piano vaccinale”.

Inizia così la denuncia/appello che numerose realtà associative di Perugia e dell’Umbria, raggruppate all’interno della Rete 10 Dicembre, hanno lanciato attraverso la piattaforma Change.org raccogliendo in poche ore centinaia di firme. “A tutt’oggi – si legge nel testo dell’appello – non sono state aperte le liste di prenotazione per fasce di età a partire dai 70 anni, né le prenotazioni per i soggetti fragili, che debbono essere immediatamente assistiti con ordine di priorità assoluto rispetto a tutti gli altri soggetti.
© Protetto da Copyright DMCA

Così come non ha funzionato neanche il meccanismo di prenotazione per categorie di lavoro/professione nel quale addirittura non sono stati previsti criteri oggettivi e controllabili di scorrimento in ipotesi di rinuncia o impossibilità ad usufruire della prestazione”.

Le associazioni della rete ritengono “grave che l’accesso ai punti vaccinali sia avvenuto in mancanza di una previa iscrizione in liste di attesa, senza alcuna prenotazione, senza l’indicazione di un criterio di scorrimento in caso di rinuncia, in violazione delle più basilari regole della trasparenza e della corretta amministrazione”. “La vaccinazione non è un lusso individuale ma un diritto di tutte e tutti – continua l’appello – esercitato senza prevaricazioni e favoritismi nell’interesse della collettività.

Chiediamo, pertanto, che gli ordini professionali e le associazioni di categoria aderiscano alla campagna #maiprimadite impegnandosi a richiedere, anche congiuntamente, alle istituzioni, alla Regione e alle ASL, di aprire immediatamente per la Regione dell’Umbria le liste di prenotazione con priorità assoluta sulla base dell’età (70-80 anni) e per fasce di fragilità definite sulla base del piano nazionale come è stato fatto in altre Regioni che già hanno avviato le vaccinazioni fragili facendosi portatori di valori e principi fondati sui diritti di tutte e di tutti e non di alcuni soltanto”.

La campagna è stata lanciata dalla Rete 10 Dicembre

  • Udi Perugia
  • CGIL Perugia
  • Rete degli Studenti Medi Umbria
  • Unione degli Universitari Perugia
  • Associazione Mutuo Soccorso
  • Omphalos LGBTI
  • Libera Umbria
  • ANPI Provinciale Perugia
  • Emergency Perugia
  • Cittadinanzattiva Umbria
  • Comitato Priorità alla Scuola
  • Libera…Mente Donna ets
  • Legambiente Umbri
  • ActionAid Perugia.
  • Ciao Rino
  • Smascherati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*