L’avvocato Marta Bocci confermata presidente del Lions Club Perugia Centenario

Ad affiancarla ci saranno sempre i due vicepresidenti, Maria Grazia Vagnetti e Carlo Palombi

 
Chiama o scrivi in redazione


L’avvocato Marta Bocci confermata presidente del Lions Club Perugia Centenario

PERUGIA –  L’avvocato Marta Bocci è stata riconfermata presidente del Lions Club Perugia Centenario per l’anno 2021/22. Ha deciso così il consiglio direttivo a causa della pandemia che non ha permesso lo svolgimento di tutte le attività ed i service previsti dal programma. Ad affiancarla ci saranno sempre i due vicepresidenti, Maria Grazia Vagnetti e Carlo Palombi.

Nel momento conviviale, organizzato mercoledì 30 giugno presso Le Tre Vaselle a Torgiano anche per festeggiare i quattro anni del Club, la presidente ha fatto il punto della situazione e si è tenuta la cerimonia per ufficializzare l’arrivo di tre nuovi soci Giovanna Bruschi, Tiziana Costantini e Monia Di Matteo. All’evento erano presenti anche il Governatore del Distretto 108l Quintino Mezzoprete, il segretario distrettuale Salvatore Iannì nonché del primo vicegovernatore Fabrizio Sciarretta.

Nel corso del suo discorso Marta Bocci ha ricordato i service effettuati durante l’anno a partire dalla collaborazione con Umbria Crossing ed Aild per promuovere lo screening per la lotta al diabete. E poi ancora il service di Raccolta degli occhiali usati per destinarli alle popolazioni del terzo mondo (che ha visto la raccolta di circa 1330 occhiali e 20 paia di lenti); la donazione al reparto di oncologia pediatrica dell’ospedale di Perugia di 10 smart tv e relativi abbonamenti di Disney Channel; il Poster per la pace, il concorso annuale tra scolari da undici e tredici anni; l’assegnazione della borsa di studio in memoria del socio Corrado Costantini; la donazione di un defibrillatore al campo federale Figc Umbria  di Prepo dove molti giovani ragazzi si allenano, nel ambito dell’evento “il calcio va a scuola… un calcio al covid” , il progetto “sosteniamo i nuovi poveri” in collaborazione con il Banco Alimentare che prevede un sostegno concreto a 52 famiglie del territorio (una per ogni socio del club); sostegno alle popolazioni in caso di emergenze, invio  di 32 pacchi di abiti e materiali di prima necessità alle popolazioni terremotate della Croazia, service condiviso con il Lions Club Lenuci di Zagabria. A margine Bocci ha ricordato la collaborazione con i club dell’Umbria e di altre regioni per intensificare interclub, patti di amicizia e gemellaggi al fine di incentivare e rafforzare i legami di amicizia e di collaborazione tra i soci di club sia regionali che fuori regione. Rimandati, per ragioni di pandemia, i due gemellaggi con le città di Potsdam e Seattle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*