Incomprensibile green pass covid per attività culturali all’aperto

Incomprensibile green pass covid per attività culturali all'aperto

Incomprensibile green pass covid per attività culturali all’aperto

“L’introduzione dell’obbligo di green pass per l’accesso ad alcune attività e servizi credo che sia un buon strumento per stimolare i cittadini a vaccinarsi e creare una comunità più sicura. Mi sembra, però, incomprensibile l’obbligo anche per le attività culturali all’aperto, peraltro in contrasto con la ‘libertà’ delle attività di ristorazione svolte sempre all’aperto. Se è, infatti, comprensibile l’adozione di misure precauzionali più stringenti per le attività al chiuso dove maggiore è il rischio di contagio da persone positive, lo stesso non può dirsi per le attività all’aperto”. A dirlo è Marianna Caronia, consigliere comunale di Palermo, per cui oggi è stato ufficializzato il ritorno tra le fila della Lega.

“Mi auguro che in sede di conversione del decreto-legge, se non già prima con un autonomo provvedimento del Governo – dice ancora -, si torni sui propri passi per evitare che una norma incomprensibile si trasformi nell’ennesima vessazione contro un settore, quello della cultura e dell’intrattenimento, che sta subendo danni enormi dalle limitazioni imposte dal Covid”.

(Loc/Adnkronos)

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*