Inaugurata la rotatoria intitolata ad Aldo Paggi a Ponte Felcino

 
Chiama o scrivi in redazione


Inaugurata la rotatoria intitolata ad Aldo Paggi a Ponte Felcino

È stata intitolata ad Aldo Paggi, fondatore e presidente del Lambretta Club Perugia, la rotatoria all’intersezione tra via Mastrodicasa e via Messina, a Ponte Felcino. La cerimonia si è tenuta nella mattina di sabato 17 luglio alla presenza dell’assessore ai servizi civici Edi Cicchi, del consigliere Gino Puletti, delle figlie di Aldo Paggi, Brunella e Graziella, e di numerosi rappresentanti del Moto club Centro Italia a lui intitolato.

“È importante e opportuno ricordare coloro che hanno caratterizzato un luogo -ha detto l’assessore Cicchi- come ha fatto Aldo Paggi con la sua passione per le due ruote e il suo lavoro, anche per tramandarne l’esperienza e farne degli esempi ancora oggi validi per i nostri giovani.”

Nato a Ponte Felcino nel 1927, Aldo Paggi fin da giovane dimostrò un’intelligenza creativa e operosa, apprendendo il mestiere di meccanico riparatore. Aprì un’officina meccanica che, sotto la sua direzione, negli anni Sessanta, ottenne la concessione per la vendita e l’assistenza degli scooter Innocenti, famosi come “Lambrette”. Dette vita al Lambretta Club Perugia, ricoprendone la carica di presidente e diventando un punto di riferimento per molti appassionati delle due ruote. In sella alle Lambrette, lo stesso Paggi si cimentò come pilota, ottenendo significativi risultati nelle gare di regolarità su strada e in pista, in Italia e all’estero. Parallelamente, intraprese un’assidua attività di organizzazione di raduni e gimcane motociclistiche. Nei primi anni Settanta a Paggi venne affidata la presidenza del Moto Club UISP Perugia, da lui stesso fondato. A Ponte Felcino fu tra i primi ad aprire una scuola guida per autovetture e motocicli, con rivendita autorizzata delle famose Mini Minor, auto commercializzate in Italia dal marchio Innocenti.

Paggi morì prematuramente il 15 maggio 1977 in un incidente stradale. Alla sua memoria è stato intitolato il Moto Club Centro Italia, con l’intento di mantenere vivo nel tempo il ricordo del suo fondatore e la passione per il motociclismo che aveva sempre contraddistinto Aldo Paggi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*