Dall’Umbria un “regalo” all’Italia: il Durc con congruità è legge

 
Chiama o scrivi in redazione


Dall’Umbria un “regalo" all’Italia: il Durc con congruità è legge

Dall’Umbria un “regalo” all’Italia: il Durc con congruità è legge

“Il Durc con congruità, una delle più importanti innovazioni elaborate in Umbria da sindacati e istituzioni all’indomani del terremoto del 1997 per garantire sicurezza e legalità nella ricostruzione, è finalmente diventato norma generale dello Stato italiano”. Ad affermarlo in una nota è la Cgil di Perugia che osserva come con il nuovo articolo 8 del decreto Semplificazioni, approvato ieri dalla Camera in via definitiva, venga generalizzata la congruità dell’incidenza della manodopera come elemento aggiuntivo al Durc.

“Sappiamo che questo è uno dei principali strumenti per combattere lavoro nero ed irregolare, tanto negli appalti pubblici che nell’edilizia privata – commenta il sindacato – e siamo certi che nella ricostruzione delle zone terremotate del centro Italia, che auspichiamo possa finalmente partire davvero, questa norma possa essere un elemento di garanzia importante”.

Da parte loro, i sindacati dell’edilizia, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil hanno già chiesto al ministero del Lavoro, una volta approvato definitivamente il testo di legge, di procedere celermente a disciplinare le modalità operative sulla verifica di congruità dell’incidenza di manodopera relativa allo specifico intervento. “Un risultato importante – è il commento del sindacato – per i lavoratori e per tutte le imprese serie ed oneste che subiscono la concorrenza sleale di chi non rispetta leggi e contratti collettivi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*