Afas, dal 12 marzo al via la consegna a domicilio di farmaci e presidi sanitari

 
Chiama o scrivi in redazione


Afas, dal 12 marzo al via la consegna a domicilio di farmaci e presidi sanitari

Afas, dal 12 marzo al via la consegna a domicilio di farmaci e presidi sanitari

L’Afas, Azienda Speciale Farmacie del Comune di Perugia, effettuerà a partire da domani, giovedì 12 marzo 2020, la consegna a domicilio di farmaci e presidi sanitari. Il servizio è dedicato solo agli over 65 soli e con malattia cronica e invalidante e agli over 75 soli e disagiati ed esclusivamente ai residenti all’interno del comune di Perugia. Sarà attivo per tutta la durata dell’emergenza coronavirus, ovvero sino al 3 aprile 2020, salvo proroghe.

La consegna del farmaco verrà effettuata attraverso la collaborazione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) che ha messo a disposizione la propria rete di militari volontari a favore delle esigenze di Afas.

Il servizio funziona con questa modalità: il cittadino telefona al numero di SMOM dedicato al servizio (tel. 349 7591718) e il militare volontario, verificati i requisiti del richiedente (over 65 soli e con malattia cronica e invalidante e over 75 soli e disagiati, residenti nel comune di Perugia) e acquisito l’originale della ricetta medica in busta chiusa, si reca nella Farmacia Afas o presso altra farmacia privata se espressamente indicata dal cittadino (secondo i termini di legge) ad acquistare il farmaco o altro presidio sanitario. Torna poi nel domicilio del cittadino per la consegna (in busta chiusa) del farmaco o presidio sanitario.

Solo i militari volontari dello SMOM sono autorizzati da Afas a effettuare il suddetto servizio e si presenteranno al cittadino in divisa e con cartellino di riconoscimento. Il presidente di Afas avv. Antonio D’Acunto e la dott.ssa Cristina Merli, consigliere d’amministrazione Afas, ringraziano sentitamente il Sovrano Militare Ordine di Malta, nella persona del Delegato per l’Umbria, dott. Marco Giannoni, “per aver dato la disponibilità immediata a effettuare il servizio, anche in considerazione del fatto che l’Ordine si assume gli oneri della consegna a domicilio, dimostrando grande sensibilità in questo momento di assoluta emergenza”.

A questi si aggiungono anche i ringraziamenti per il direttore denerale di Afas, dott. Raimondo Cerquiglini, che coordinerà il servizio. Al fine di garantire la corretta erogazione del servizio, Afas prega i cittadini di Perugia di non rivolgersi al servizio se non sono over 65, soli e con malattia cronica e invalidante, oppure over 75 soli e disagiati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*