Natale al Trasimeno, albero sull’acqua luci, musica e feste sul Lago

Ecco l'elenco dei comuni del Lago che propongono eventi

Natale al Trasimeno, albero sull’acqua luci, musica e feste sul Lago

Natale al Trasimeno – Il Natale al Trasimeno ha ufficialmente preso il via. Dopo l’accensione degli ottomila metri di luci a Tavernelle di Panicale, i festeggiamenti e le celebrazioni sono partiti anche a Castiglione del Lago, Città della Pieve e Passignano sul Trasimeno.

A Passignano, l’associazione Garibaldi in Piazza ha organizzato una serie di eventi, tra cui l’apertura della casa di Babbo Natale e vari intrattenimenti e spettacoli musicali, che proseguiranno nei fine settimana successivi.

A Città della Pieve, in piazza Plebiscito, è stato acceso un grande albero di Natale alto 9 metri. Anche qui sono partite le celebrazioni, con musica, mercatini e spettacoli. Il sindaco Fausto Risini ha commentato che quest’anno più che mai, il Natale dovrebbe essere un’occasione per riflettere collettivamente sull’importanza della pace, dell’unione e dello spirito di fratellanza.

A Castiglione del Lago, è tornato lo spettacolo dell’Albero di Natale più grande del mondo costruito sull’acqua, accompagnato da una miriade di eventi e iniziative che trasformeranno il borgo nel Paese delle feste e andranno avanti fino al 6 gennaio nell’ambito della manifestazione Luci sul Trasimeno.

Il pubblico che ha assistito all’accensione è stato così numeroso che è stato deciso di effettuare due cerimonie per dare a tutti la possibilità di assistere all’accensione. Sono 2.400 le luci che compongono l’albero sull’acqua, lungo 1.080 metri e largo 50.

Presenti alla cerimonia inaugurale insieme al sindaco Matteo Burico anche la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei. “Da qui – ha detto la governatrice – un messaggio di pace”. Presenti anche Armando Gradone, prefetto di Perugia, Michela Sciurpa, presidente Sviluppumbria, e Marco Cecchetti presidente associazione Eventi Castiglione del Lago, organizzatrice di Luci sul Trasimeno.

Tra le novità di questa edizione, all’interno della rocca medievale troverà spazio un inedito videomapping e una particolare esperienza immersiva: le antiche pareti di pietra e gli imponenti alberi del giardino si sono infatti trasformati in schermi magici per narrare scenari fantastici del mondo ordinario. Tutta nuova anche la location del rinnovato Villaggio di Babbo Natale.

Sempre ieri a Palazzo della Corgna l’inaugurazione di Presepi d’arte e di luce, la natività nella storia dell’arte con un omaggio a Gerardo Dottori. Queste celebrazioni natalizie rappresentano un momento di unione e riflessione per la comunità, un’occasione per riscoprire le tradizioni e i rapporti umani, il rispetto dell’altro e la valorizzazione della famiglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*