Vaccino anti-covid, in arrivo anche 47mila dosi del farmaco di Moderna

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid nessun verdetto Ema su vaccino Moderna, prosegue discussione

Vaccino anti-covid, in arrivo anche 47mila dosi del farmaco di Moderna

“Nelle prossime ore arriverà la terza tranche dagli stabilimenti della Pfizer in Belgio, 470mila dosi che saranno distribuite nei 294 punti di somministrazione in tutta Italia e alle quali si aggiungeranno anche le prime 47mila dosi
del farmaco di Moderna”. Lo ha detto Domenico Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza coronavirus.

© Protetto da Copyright DMCA

“Serviranno però ancora mesi di sforzi e di collaborazione per vedere i risultati – ha aggiunto -: siamo a 600mila vaccinati, che equivale all’ 1% della popolazione italiana. Ma per vedere gli effetti del vaccino bisogna raggiungere il 20-30% e per avere l’immunità di gregge il 70-80%”. E’ questo il motivo per il quale Arcuri ribadisce che l’obiettivo del governo è vaccinare tutti gli italiani che lo vorranno entro l’autunno. Nel frattempo, si
spera che arrivi il via libera ad AstraZeneca e che non si inceppino le forniture di Pfizer e Moderna.

“Entro la fine di marzo 6 milioni di italiani – ha spiegato ancora – saranno vaccinati ed entro la fine dell’anno il nostro paese potrà contare su 60 milioni di dosi dei farmaci di Pfizer e Moderna, sufficienti a proteggere 30 milioni di persone”. Il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri rilancia l’obiettivo del governo e ribadisce che non ci sono al momento problemi per l’approvvigionamento delle dosi, grazie all’accordo siglato dall’Unione europea con le due case farmaceutiche americane per il raddoppio delle forniture previste per il 2021 e l’arrivo imminente del vaccino di AstraZeneca, la cui commercializzazione dovrebbe essere autorizzata dall’Ema entro la fine di gennaio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*