Vaccini anti covid, sistema di prenotazione dosi in tilt

Vaccini anti covid, sistema di prenotazione dosi in tilt

Il sistema di prenotazione per la terza dose della Regione si è bloccato. Sia per mancanza di posti disponibili che per numero di accessi nelle stesse ore. E’ accaduto ieri mattina. “A causa dell’elevato numero di accessi, sei stato inserito in coda per la prenotazione”, era scritto nell’avviso sul sito istituzionale (https://vaccinocovid.regione.umbria.it). Ma alla fine del percorso per numerosi utenti era comparsa ancora la scritta “impossibile prenotare per mancanza di posti disponibili”. Ieri pomeriggio la somma dei prenotati per la terza dose era di 36.888 persone. Sono in tutto 88.440 i coperti con i vaccini addizionali in Umbria (di aggiornati a ieri mattina) pari all’11% del totale dei vaccinabili. “Si sta lavorando per l’organizzazione di due vaccine day che, presumibilmente, si terranno il 5 e il 12 dicembre”, spiega Coletto e nelle prossime 48 ore saranno disponibili online le nuove agende per ampliare la disponibilità dei posti.


Fonte: Il Corriere dell’Umbria Articolo di Alessandro Antonini
e ACS Umbria


In merito alle tante segnalazioni ricevute ieri mattina per la terza dose e non solo è intervenuto anche il consigliere regionale Tommaso Bori (Pd): “Da mesi vengono segnalati disservizi e malfunzionamenti. Le prenotazioni delle vaccinazioni vengono bloccate perché mancano i posti liberi e così gli umbri, ancora una volta, si trovano a pagare a proprie spese l’inconcludenza e le politiche fallimentari di questa giunta regionale sul fronte della sanità e della programmazione. Quello che sta avvenendo – rimarca Tommaso Bori – era prevedibile di fronte ad una Giunta regionale che non ha potenziato i servizi e si è rifiutata di assumere il personale necessario che, purtroppo, si trova ormai a fine contratto. Il cambio di passo che andiamo chiedendo da mesi è ormai non più rinviabile, pena un nuovo blackout dei vaccini in una fase in cui la quarta ondata sembra riaffacciarsi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*