Recupero e riduzione liste di attesa: oltre 11,5 mln € a disposizione

La Giunta regionale destina ingenti fondi per affrontare il problema

Recupero e riduzione liste di attesa: oltre 11,5 mln € a disposizione

Recupero e riduzione liste di attesa: oltre 11,5 mln € a disposizione

Recupero e riduzione – Giunta regionale: Nuovo piano di recupero e contenimento delle liste di attesa con un finanziamento di oltre 11,5 milioni di euro a disposizione. La Giunta regionale, con una deliberazione presa a Perugia il 24 aprile 2024, ha annunciato l’adozione di un nuovo piano volto al recupero e al contenimento delle liste di attesa nel settore sanitario. Questo piano, chiamato Piano ordinario di recupero e contenimento delle liste di attesa, è stato sviluppato in seguito all’implementazione di un piano straordinario lo scorso anno, che ha portato all’eliminazione completa di circa 80.000 prestazioni accumulate prima di maggio 2023. Nonostante questo significativo progresso, il numero di prestazioni sanitarie ancora in attesa si è stabilizzato intorno alle 55.000 unità, spingendo la Giunta regionale a intraprendere ulteriori azioni per ridurre in modo strutturale tale numero attraverso il nuovo piano.

In vista di eventuali provvedimenti operativi che potrebbero essere attuati dal Governo nazionale per affrontare il problema delle liste di attesa, la Regione ha stanziato un finanziamento di 7,3 milioni di euro per il recupero delle prestazioni. Di questa somma, 1,5 milioni di euro saranno destinati all’Azienda Ospedaliera di Perugia e altrettanti 1,5 milioni di euro all’Azienda Ospedaliera di Terni. Inoltre, le Unità Sanitarie Locali (USL) 1 e 2 riceveranno ciascuna un finanziamento di 2,151 milioni di euro. Oltre a queste allocazioni specifiche, sono stati stanziati 2,98 milioni di euro per le prestazioni aggiuntive orarie del personale medico pubblico e 1,3 milioni di euro per le prestazioni aggiuntive del personale non medico del comparto sanitario pubblico. Complessivamente, il finanziamento totale supera gli 11,5 milioni di euro.

Il cronoprogramma del piano prevede una serie di tappe chiave. Entro il 6 maggio, sarà effettuato un ulteriore censimento delle prestazioni in attesa per determinarne la tipologia e la priorità, in modo da avere un quadro aggiornato e preciso. Questo permetterà di programmare il loro smaltimento dal punto di vista operativo entro il 13 maggio. Inoltre, è prevista una riunione per il 14 maggio al fine di verificare l’efficacia del piano stesso e stabilire le tempistiche per il recupero delle prestazioni passate e la gestione delle nuove.

Il nuovo piano adottato dalla Giunta regionale dimostra l’impegno delle autorità locali nel fornire un accesso tempestivo e adeguato alle prestazioni sanitarie, riducendo le liste di attesa e migliorando la qualità dell’assistenza sanitaria nella regione. Attraverso l’allocazione di fondi significativi e l’implementazione di un piano strutturato, si mira a garantire che i cittadini possano ricevere cure mediche nel minor tempo possibile, contribuendo così al benessere generale della comunità.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*